Corte Conti: miglioramento conti pubblici c'è, famiglie in difficoltà

La Corte dei conti promuove la gestione Enpam: nel 2016 utili per 1,3 mld (+27%)

Gruppi consiliari in Regione, danno da 2.5 milioni. L'allarme della Corte dei Conti

Il messaggio ai partiti in vista del voto arriva dal presidente della Corte dei Conti, Angelo Buscema, in occasione della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario.

La ripresa economica non ha posto fine alle difficoltà "quotidiane" di tante famiglie italiane.

Pertanto la "congiuntura" favorevole dell'economia "non induca a rallentare il percorso sulle riforme, la serietà sui conti pubblici e non faccia allentare la presa sul debito pubblico".

Al momento, segnala la Corte dei Conti, c'è in effetti "una progressiva inversione di tendenza nel processo di riequilibrio dei conti pubblici, in termini di riduzione della spesa pubblica e dei tassi di interesse" ma non va "sottaciuto come ciò sia avvenuto anche per effetto del congelamento della dinamica dei redditi del pubblico impiego e con una compressione della spesa per investimenti talmente forte da creare preoccupazione per lo stesso mantenimento del capitale fisso a disposizione del sistema".

"Gli andamenti in termini di crescita economica - rileva Buscema - non consentono di annullare gli angusti spazi entro cui si deve muovere oggi la pubblica amministrazione. Ne consegue la necessità di un'attenta selezione degli interventi e degli strumenti su cui far leva per l'azione di politica economica e di bilancio in un contesto internazionale attraversato da difficili equilibri, cambiamenti e nuove sfide". Nell'ultima relazione sul controllo di gestione nei confronti dell'Enpam, l'organismo contabile ha osservato che l'Ente di previdenza di medici e odontoiatri nel 2016 ha conseguito un utile di 1,3 miliardi di euro, con un incremento del 27% rispetto all'anno precedente.

Altre Notizie