David Borrelli lascia il gruppo 5 stelle in Europa

M5s Rimborsopoli il

M5s, Borrelli “irreperibile”. Castaldo promette: “Saremo ferrei”

Lo ha dichiarato il vice presidente del Parlamento europeo, esponente del Movimento Cinque Stelle, Fabio Massimo Castaldo, a margine di un incontro sull'Europa organizzato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

Intanto però, per il candidato premier M5s le grane non sono finite qui: a Bruxelles, uno degli uomini più potenti del movimento, l'europarlamentare David Borrelli, uno dei tre soci dell'associazione Rousseau insieme a Max Bugani e Davide Casaleggio, s'è dimesso all'improvviso per transitare al Gruppo Misto. Un cambio di gruppo poi fallito: per fare marcia indietro e tornare con gli euroscettici di Farage, Borrelli ha dovuto abbandonare la co-presidenza del gruppo. Ha letto i giornali, ha aggiornato Facebook, ma continua a tenere il suo cellulare staccato da martedì pomeriggio. Qualche tempo fa c'era stata una polemica che riguardava l'assunzione della sua fidanzata nello staff. Ufficialmente per "motivi di salute", ma in tanti sospettano un coinvolgimento nella vicenda rimborsi che sta agitando le acque in casa dei grillini.

Nel frattempo, Di Maio si è recato al Ministero dell'Economia per arrivare a capire chi effettivamente ha tradito il M5S falsificando i bonifici a favore del fondo per il microcredito. Oggi lui ha minacciato querele contro chi mette in dubbio le sue motivazioni, ma al momento proprio la mancanza di altre spiegazioni dell'eurodeputato hanno aumentato "le voci" dietro il possibile addio dell'ex M5s. Tutti e tre gli incarichi sono intestati a Davide Casaleggio, bisogna chiedere a lui. Secondo Marco Canestrari, ex dipendente della Casaleggio Associati e autore con Nicola Biondo del libro "Supernova: così è stato ucciso il Movimento 5 Stelle", con "rimborsopoli" Borrelli non c'entra: "Paga l'essersi schierato con Beppe nella lotta di potere in atto nel M5S".

Altre Notizie