Ema, ricorso urgente del Comune di Milano

Ema, ricorso urgente del Comune di Milano

Ema, ricorso urgente del Comune di Milano

Deve esserci una decisione politica: "personalmente ritengo difficile che il ricorso venga accolto dalla Corte perché non ci sono state palesi violazioni".Intanto, però, a livello europeo qualcosa si muove: "la Conferenza dei presidenti del Parlamento europeo ha infatti approvato una missione della Commissione Ambiente ad Amsterdam, fissata per il prossimo 22 di febbraio, per effettuare un sopralluogo che consenta di verificare le condizioni del trasferimento in Olanda dell'Agenzia regolatoria europea. Una richiesta motivata dall'urgenza della situazione e per prevenire un danno grave e irreparabile a una delle parti. I tempi di decisione della Corte in questo tipo di procedimento sono di norma molto più rapidi di quelli per le procedure ordinarie. "Ogni giorno che passa aumentano i dubbi sulla proposta olandese", ha insistito Sala su Facebook. "Certamente, lo dico senza rischio di smentita, non sono stati molto corretti lasciando intendere che una soluzione transitoria sarebbe stata sufficiente".

Tajani ribadisce che la decisione sulla destinazione dell'Ema, presa a margine del Consiglio europeo, "è frutto di un accordo politico che non ha effetto giuridico, è stato un accordo politico che la Commissione ha recepito. Il primo passaggio ora è la visita della Commissione del 12", ha dichiarato Sala, che con il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, sta preparando una lettera per invitare il premier Paolo Gentiloni a continuare a fare pressione per ottenere chiarezza. "Io a questo punto sono tranquillo che la sensibilizzazione c'è e che i nostri faranno la nostra parte".

Sindaco di Milano e governo non mollano sull'assegnazione dell'Ema, ed addirittura Giuseppe Sala si dice ottimista del pressing che su sta facendo sull'Unione Europea. Nessuna polemica, si discute e ci si confronta.

Dall'Ema, però, non arrivano buone notizie per Milano. "Obiettivamente ci mancherebbe altro che Ema si fermasse, anzi io la leggo come una mossa per dire 'guardate che a marzo 2019 dobbiamo trasferirci'". Le autorità olandesi si sono impegnate a creare locali completamente nuovi e su misura per l'Ema nel distretto commerciale Zuidas. "L'edificio sarà completato entro il 30 marzo 2019, quando Ema sarà pienamente operativo ad Amsterdam".

Altre Notizie