Fed Cup, Italia al playoff: Spagna battuta

Chiudi
   Apri

Chiudi Apri

Lo spirito di Fed Cup non abbandona l'Italia, che sulla terra indoor di Chieti vince contropronostico una sfida durissima contro la Spagna nel 1° turno del Gruppo II, scopre il talento e la grinta di Deborah Chiesa e si guadagna i play-off di aprile per risalire nel World Group, la Serie A della Davis in rosa. Il sorteggio ha stabilito che la prima azzurra a scendere in campo, alle ore 16, sarà Jasmine Paolini, 22 anni e alla terza convocazione in maglia azzurra. "Sono felice di giocare - dice la tennista toscana - so che dovrò dare il massimo perché di fronte avrò un'avversaria fortissima come la Suarez Navarro, una delle migliori del mondo e molto esperta". Ho tirato fuori tutto quello che avevo e il pubblico mi ha dato una carica incredibile. Domenica, a partire dalle 14, la sfida tra le numero uno dei rispettivi team, Errani e Suarez Navarro, a seguire quella tra le numero due, Paolini ed Arruabarrena: in chiusura il doppio tra la coppia azzurra Deborah Chiesa/Elisabetta Cocciaretto e quella ospite Georgina Garcia-Perez/Maria Jose Martinez Sanchez.

Sara Errani ha portato le azzurre in vantaggio. Nel primo set, l'azzurra ha strappato subito il servizio alla Arruabarrena ma la spagnola si è ripresa immediatamente. In questi giorni mi sento davvero bene fisicamente e ho potuto allenarmi in modo proficuo per tutta la settimana. E lei mi ha risposto: "'Come una leonessa". "La nostra e' una squadra giovane che deve crescere ma sono sicura che ce la giocheremo".

CHIESA, ESORDIO DA FAVOLA - Chiamata a sostituire Jasmine Paolini, Deborah Chiesa ha iniziato la sua avventura con la maglia della nazionale come meglio non avrebbe potuto, con una vittoria pesante, di quelle che non si dimenticano. La Garbin le ha per il momento schierate in doppio (i capitani possono cambiare comunque formazione sino a un'ora prima del match).

Altre Notizie