Il Milan è rinato, Bonucci esalta Gattuso: "Impressionante"

Fabio Borini dopo la rete al Ludogorets. | Fonte immagine Twitter AC Milan

Fabio Borini dopo la rete al Ludogorets. | Fonte immagine Twitter AC Milan

E poi c'è la testa, che è cruciale. "Non ho mai avuto un piano B. Io mi approcciavo al calcio con ferocia perché non volevo fallire, c'era solo studio e calcio".

È un Milan che non si disunisce più alle prime difficoltà, infatti quando dopo 6′ minuti di gioco Rodriguez fallisce dal dischetto, gli uomini di Gattuso spingono e trovano subito il vantaggio.

Sono stati mesi difficili, a tratti difficilissimi, questi di Leonardo Bonucci al Milan. Abbiamo lasciato tanti punti per strada e dobbiamo lavorare. Sono uno pane al pane, vino al vino: in campo non sono amico dei giocatori, ma fuori dal campo mi piace ascoltare e scherzare con loro. Lontani sembrano i tempi in cui i rossoneri venivano derisi e sbeffeggiati per le tre sconfitte consecutive contro Sampdoria, Roma ed Inter (giusto un girone fa) o per il grottesco pareggio di Benevento; così come lontani sembrano i tempi in cui Bonucci veniva denigrato dal resto delle tifoserie italiane e fischiato dal pubblico di San Siro, deluso dall'apporto così mediocre di un gran difensore come l'ex juventino. Salvo poi colpire il giustamente insoffribile luogo comune col sempre valido: "Sono chiacchiere da bar". Insomma, Bonaventura non si considerava integrato nella mentalità di Montella, non si sentiva importante e questo, soprattutto per un giocatore generoso come lui, era diventato un problema enorme. La conferma si avvicina partita dopo partita e il nuovo contratto è pronto. I momenti negativi sembrano alle spalle: "Ho avuto pochi momenti in carriera di crisi". In 11 giornate tutto è cambaito.il Milan ha recuperato ben 9 punti sulla squadra di Luciano Spalletti ed ora la distanza tra le due compagini meneghine è di 7 punti.

Ma domenica è stato un giorno particolare in casa Bonucci, quello del derby di Torino. Gli episodi arbitrali non ridimensionano però la prova più che positiva del Milan, che non mostra stanchezza a tre giorni dalla trasferta di coppa in Bulgaria, come voleva Gattuso. "Magari se Belotti arriva al Milan qualche dubbio gli viene.".

Su Gattuso: "È il primo ad allenarsi a Milanello".

Rino Gattuso "impressiona perquanta carica trasmette, credo di non aver mai visto nulla disimile in nessun altro allenatore". "Il mister - ribadisce il capitano rossonero - è stato fondamentale, ci ha dato autostima e sicurezze. C'è entusiasmo ma rimaniamo coi piedi per terra".

La rinascita del Milan è coincisa con l'approdo in panchina di Gattuso: "Sa toccare le corde giuste, il grande merito di questi risultati va dato a lui".

Altre Notizie