Napoli, maxi-evasione: sequestro per oltre un milione di euro

Napoli, maxi-evasione: sequestro per oltre un milione di euro

Napoli, maxi-evasione: sequestro per oltre un milione di euro

Il Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Caltanissetta, al termine di 4 verifiche fiscali eseguite nei confronti di due società e due associazioni sportive create per la gestione della piscina comunale di Caltanissetta, ha scoperto una maxi evasione fiscale da circa 3,5 milioni di euro ed individuato 232 lavoratori irregolari o in nero. Si tratta di Chiara Arco, 58 anni, e Andrea D'Alterio, 43 anni.

Uno dei due legali rappresentanti delle due società, inoltre, si è sottratta al pagamento delle imposte acquistando, per quasi un milione di euro (993.500 euro) un prestigio appartamento in via Manzoni, a Napoli, attribuendone la nuda proprietà al nipote, di pochi anni di età, e l'usufrutto al marito, Mario Moxedano, ex vicepresidente del Calcio Napoli.

Il sequestro di beni è scaturito da una indagine della Procura di Napoli Nord su fatture emesse per false operazioni di sponsorizzazione da una società sportiva di Torre del Greco in favore di due aziende di Mugnano che gestiscono sale da gioco.

I finanzieri - come riportato dall'Ansa - hanno poi sequestrato disponibilità finanziarie alle due società per un importo equivalente all'evasione fiscale. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal Tribunale di Napoli Nord su richiesta della locale Procura.

Altre Notizie