Notifiche con gli screenshot su Instagram? Aggirarle è molto semplice

La mappa dei social media Facebook conquista anche l'Africa

La mappa dei social media Facebook conquista anche l'Africa +CLICCA PER INGRANDIRE

Così, possiamo dire ufficialmente addio allo "spionaggio" sui social network; se state cercando di spettegolare alle spalle di un vostro amico, riportando la sua attività Instagram più volatile (quella che si esaurisce cioè in 24 ore), rassegnatevi: lui lo saprà.

Ma non solo, questi distributori permettono di acquistare follower per Instagram sotto forma di pacchetti ancora più sostanziosi, infatti, pagando circa 800 euro si possono avere 150.000 seguaci e diventare subito degli Influencer.

Sono tanti i nomi che grazie ai social network sono diventati famosi e hanno fatto fortuna, basti pensare a Chiara Ferragni, la fashion blogger che chiede 12.000 euro per un post su Instagram o Huda Kattan, blogger nel settore beauty, che ne chiede 18.000.

E' arrivata la notifica quando fai uno screenshot nelle storie di Instagram. Se dovete prendervela con qualcuno, prima di tutto puntate il dito contro i sistemi operativi e i loro gestori (quindi Apple e Google): sono stati loro a vendere a Instagram la possibilità di acquisire i metadati degli utenti che effettuano gli screenshot.

Se faccio uno screenshot alle Stories di Instagram viene notificato?

Esistono diversi siti e applicazioni che permettono di comprare followers Instagram, ma bisogna ammettere che l'installazione di questi distributori è un'idea davvero molto originale, ovviamente, anche in questo caso si parla di followers fake, che vanno semplicemente a incrementare il numero di approvazioni dell'account e dei post, facendo credere di essere molto seguiti su Instagram.

Comodo e veloce, senza rischiare di fare ricevere la notifica.

L'ultimo metodo, e anche il più scomodo, è quello di effettuare una foto alla storia con un altro smartphone.

Questa è indubbiamente una brutta notizia per chi è solito "immortalare" le Stories, pubblicandole sul proprio profilo. In questo modo, bisognerebbe avere due smartphone: uno su cui far partire la storia e un altro per fare la foto della stessa. Richiamando Assistant è infatti possibile utilizzare la funzione "cosa c'è sul mio schermo" per condividere o salvare senza problemi lo screenshot, senza che ciò sia rivelato. Quando si tratta di questo tipo di informazioni è buona regola essere sempre prudenti.

Altre Notizie