Olimpiadi, Brignone bronzo nel gigante donne

AP +CLICCA PER INGRANDIRE

AP +CLICCA PER INGRANDIRE

E una delle sue principali avversarie sarà proprio Federica Brignone, pronta a bissare la medaglia appena conquistata in gigante. Non esiste solo lo sci, quando sto in pista do tutto, sputo sangue pur di ottenere quello che mi sono prefissata: ma nella vita normale sono una ragazza come tante, e non mi faccio mancare niente. "Mi ero imposta una deadline", ci aveva rivelato prima di partire per la Corea, "adesso che ho ricominciato a sciare libera posso puntare ad un risultato importante".

Il sudcoreano Yun Sungbin ha letteralmente dominato le prime due manche, piazzandosi al comando con ben 74 centesimi di vantaggio su Nikita Tregubov e 88 su Martins Dukurs. "La festa non è finita, io ho ancora tate gare".

La gara è stata palpitante, dopo una prima frazione che vedeva le azzurre affrontare nel migliore dei modi la tracciatura del loro coach, Gianluca Rulfi, e piazzarsi in quattro fra le prime dieci, con Manuela Moelgg prima e Federica Brignone, terza, già in zona medaglie.

"Vincere una medaglia olimpica è il sogno di tutti gli sportivi". Dopo Dominik Windisch, Arianna Fontana e Federico Pellegrini ecco che il tricolore è di nuovo svettato sul podio della neve coreana. L'argento è andato invece alla norvegese Ragnhild Mowinckel, nome di spicco della disciplina nella coppa del mondo di sci di quest'anno.

Sul ghiaccio della Gangneung Ice Arena andava in scena il programma libero: Aliona Savchenko e Bruno Massot hanno realizzato una rimonta straordinaria (erano quarti dopo il primo segmento), permettendo alla Germania di tornare ad accarezzare una medaglia d'oro che mancava dal 1952. Decisiva ovviamente la seconde manche, che si è svolta ancora una volta in condizioni meteo quasi perfetta allo Yongpyong Alpine Centre. Bronzo per Federica Brignone.

Altre Notizie