Buffon su Astori: "Una bella persona. Bello l'applauso di Firenze"

MINUTO DI SILENZIO IN RICORDO DI DAVIDE ASTORI. SILPRESS  GALASSI SILVANO

MINUTO DI SILENZIO IN RICORDO DI DAVIDE ASTORI. SILPRESS GALASSI SILVANO

Torna di attualità il futuro di Gianluigi Buffon con la maglia della Juventus e nel mondo del calcio in generale. La decisione non è ancora presa, col numero uno bianconero e della Nazionale che scioglierà le riserve a fine stagione, parlando con la società e prendendo in assoluta serenità ogni eventualità.

Gigi Buffon è stato ospite di Oscar Farinetti, nella sua tenuta di Fontanafredda a Serralunga d'Alba, ed ha parlato nuovamente del suo futuro immediato, divenuto ormai uno dei temi più appassionanti delle ultime settimane: smetterà? Partendo dalle emozioni vissute giovedì scorso, quando a Firenze sono stati celebrati i funerali di Davide Astori: "Andare a Firenze per noi juventini non è mai semplice". Il fatto che noi fossimo lì ha fatto sentire meno soli i tifosi e questo mi ha reso orgoglioso. Poi ha aggiunto: "Era l'ultimo saluto non a un mio grande amico, ma a una delle più belle persone nelle quali mi sono imbattuto nello sport". Quello che però mi rende particolarmente sereno in questa fase della mia carriera è la consapevolezza di aver dato tutto, al Parma, alla Juve, alla Nazionale e al calcio, anteponendo sempre gli interessi del gruppo ai miei personali.

Altre Notizie