Giornalismo in lutto: è morto Luigi Necco

Cristiano Minichiello  AGF

Cristiano Minichiello AGF

E' deceduto questa notte all'ospedale Cardarelli di Napoli, dove era ricoverato da alcuni giorni, Luigi Necco, noto giornalista napoletano e volto storico di 90' minuto della Rai negli anni degli scudetti del Napoli di Maradona. Amatissimo dal pubblico, storici i suoi collegamenti dallo stadio San Paolo per raccontare le gesta del Napoli di Diego Armando Maradona e compagni. E' morto a causa di una grave insufficienza respiratoria. Maradona gli rispose "Las dos" (Tutte e due). A fine anni Novanta Necco aveva condotto anche Mi manda Raitre subito dopo l'addio di Antonio Lubrano.

Il 29 novembre 1981 il giornalista venne gambizzato in un ristorante di Avellino per mano di tre uomini inviati da Vincenzo Casillo, detto 'O Nirone, luogotenente di Raffaele Cutolo fuori dal carcere. Infine, le sue ultime apparizioni in Tv, sono state a Canale 9. Pochi mesi prima Necco (proprio a 90° minuto) aveva raccontato l'incontro fra il presidente dell'Avellino Antonio Sibilia, accompagnato dal calciatore brasiliano Juary, con lo stesso Cutolo: durante una pausa dell'udienza Sibilia aveva salutato il boss con tre baci sulla guancia per poi fargli consegnare da Juary una medaglia d'oro con la dedica "A Raffaele Cutolo dall'Avellino calcio". Il gesto però fece scalpore, e Necco ne parlò durante la trasmissione televisiva.

Altre Notizie