Sarri, che figura: "Sei carina, ecco perché non ti mando a…"

Maurizio Sarri

Sarri, che figura: "Sei carina, ecco perché non ti mando a…"

L'Ordine Giornalisti della Campania si è schierato immediatamente al fianco della Improta, condannando in modo secco il comportamento di Sarri, nonostante le scuse avanzate a telecamere spente, sottolineando come, da quel gesto, trasparisse "disprezzo verso la stampa e verso le donne". Tuttavia, la difesa del mister arriva proprio da chi non te lo saresti mai aspettato.

"La cosa si è chiusa subito - ha detto Titti Improta incalzata da Pier Luigi Pardo -: dopo la conferenza stampa mi si sono avvicinati sia l'addetto alla comunicazione del Napoli Nicola Lombardo, sia il tecnico".

Sarri alla giornalista: "Sei carina e non ti mando affan.". Io gli ho fatto capire che non era il caso di fare battute del genere in pubblico e mi è sembrato sinceramente pentito, imbarazzato. La Improta ha spiegato tutto in diretta tv su Canale 21, mantenendo il suo tratto distintivo di sempre, toni pacati e serietà nell'esporre i fatti. La sua è stata soltanto un'uscita maleducata che in sala stampa non può essere accettata. "Non pensavo che si sarebbe scaldato a tal punto. Stop e andiamo avanti". "Mi ha chiesto scusa e mi sono sembrate scuse vere, dopo mi ha anche abbracciato con affetto, perché evidentemente si era reso conto dell'accaduto". Il Napoli si è inventato il gioco che va oltre la somma delle sue individualità.

Altre Notizie