Attenzione alla truffa delle due euro: scambiata con moneta thailandese

Attenzione alla truffa della moneta: 10 Bath scambiati per 2 euro

Torna la truffa della moneta thailandese. 10 Bath scambiati per 2 euro

Attenzione molti denunciano di ricevere in resto monete straniere di bassissimo valore al posto della moneta da due euro.

Sono ancora in circolazione monete Thailandesi da 10 bath, molto simili alla nostra due euro.

Non solo Thailandia. Circolano anche i 5 scellini del Kenya che anch'essi sono identici come struttura ai 2 euro, valore invece ancor meno, 20 centesimi di euro.

La maggior parte dei distributori automatici, almeno quelli più obsoleti, non sarebbe neanche in grado di distinguere tra le due monete, molto simili per lega, colore e composizione, ma dal valore intrinseco estremamente sproporzionato.

Federconsumatori ha consigliato di "stare molto attenti quando si fanno gli scambi di denaro e di valutare bene il resto, soprattutto in prossimità dei centri interessati da un grande afflusso di stranieri e turisti, perché è più facile che si verifichino truffe o errori". Naturalmente il rischio più alto lo si corre facendo acquisti dai venditori di banchetti ambulanti, che queste monete ne hanno in abbondanza portandosele dai loro paesi, ma poi si sa che quando i soldi entrano in circolo si diffondono ovunque. Allarme simile è stato lanciato anche per quanto riguarda la lira turca, coniata partire dal gennaio 2005, e che molti economisti accusano di essere un'abile e voluta copia purtroppo inattaccabile a termine di legge, quasi in tutto e per tutto simile alla nostra moneta da 1 euro. Come già anticipato da Federconsumatori il consiglio principale è proprio quello di avere gli occhi piuttosto aperti e la mente aperta quando si dà o si riceve il resto, perché appunto l'errore o la truffa può essere davvero sempre dietro l'angolo e ci si può ritrovare ad avere una moneta dal valore fino a 10 volte inferiore rispetto a quella che si crede di avere in tasca.

Altre Notizie