Berlusconi di nuovo candidabile, ok del tribunale sorveglianza di Milano

Berlusconi può ricandidarsi

Governo, tensioni tra Lega e 5 Stelle. Berlusconi: «Spero non riescano, o sarà patrimoniale». Poi la smentita

Se effettivamente verrà formato, potrebbe perlomeno allontanare la data delle elezioni, che invece avrebbero potuto tenersi già in estate o in autunno, e alle quali Berlusconi a questo punto si sarebbe potuto candidare. Il Messaggero, infine, dava conto delle posizioni dei partiti: "A votare per la decadenza del Cavaliere, dopo la condanna nel processo Mediaset, sulla base della legge Severino, Pd, M5s, Sel e Scelta civica".

-Pintus- Purtroppo non c'è da indignarsi, l'Ordinanza con cui il Tribunale di Sorveglianza ha accolto la richiesta di Riabilitazione avanzata dei legali di Silvio Berlusconi, è prevista e corretta nei tempi e nei modi.

La riabilitazione può avvenire, secondo il codice penale, "solo dopo aver adempiuto le obbligazioni civili derivanti dal reato e dopo aver dato prove effettive e costanti di buona condotta", ed inoltre "estingue le pene accessorie e ogni altro effetto penale della condanna". L'esponente di Forza Italia ricorda anche la poca logica usata nella composizione delle liste alla Camera e al Senato, e senza mezzi termini afferma che vi è una responsabilità politica: "A causa delle liste confezionate ad immagine e somiglianza a trazione cosentina, i risultati elettorali sono sotto gli occhi di tutti con un ridimensionamento di Forza Italia in Calabria".

"Berlusconi che torna candidabile è una buona notizia per lui, e ne sono davvero felice, e soprattutto per la democrazia" scrive in una stringata nota ufficiale il segretario della Lega Matteo Salvini.

Arriva con un anno di anticipo sulla sua naturale scadenza la sentenza che dà la possibilità a Silvio Berlusconi di ricandidarsi e d essere quindi eleggibile, restituendolo di fatto alla politica attiva.

Giorgia Meloni di Fratelli d'Itala parla di "un atto di giustizia che restituisce piena rappresentanza a milioni di elettori".

Silvio Berlusconi può di nuovo candidarsi alle elezioni.

"In queste ore - prosegue Pessina - stiamo ricevendo decine e decine di messaggi da tantissimi italiani residenti all'estero che, attraverso social e posta elettronica, ci chiedono di esprimere al presidente Berlusconi il loro sostegno, oggi più che mai, e il loro ringraziamento per avere dimostrato ancora una volta il proprio amore e la propria responsabilità nei confronti del Paese".

Se infatti un Berlusconi dimezzato era stato messo nell'angolo nella trattativa per la formazione del nuovo governo ora non è più così perché il peso negoziale dell'ex cavaliere aumenta e di molto. Mi auguro che questo principio, che deriva da quelli costituzionali, possa essere tenuto a mente quando si riflette di recupero e riabilitazione di altre persone.

Altre Notizie