Cannes: il ritorno di Lars Von Trier sconvolge gli spettatori

The House That Jack Built il trailer del nuovo film di Lars Von Trier è violento e disturbante

The House That Jack Built: centinaia di persone abbandonano l'anteprima del film di Lars Von Trier!

7 anni fa, il regista e sceneggiatore danese era stato espulso dal Festival di Cannes: durante la presentazione del suo film "Melancholia", aveva fatto delle dichiarazioni riguardo al nazismo che avevano sconcertato l'opinione pubblica.

Grande attesa al Festival di Cannes per il ritorno del figliol prodigo Lars von Trier con il film fuori concorso 'The House That Jack Built' che si annuncia scandalosamente violento.

Lui, però, non smette di far parlare di sé.

Le scene del film, che vedono come protagonista Matt Dillon, sono particolarmente intense in quanto mostrano un serial killer che vuole trasformare i suoi omicidi in opere d'arte. Il tutto, comunque, ha un sapore abbastanza vecchiotto: vengono in mente le reazioni di Nanni Moretti in Caro diario davanti a Henry - pioggia di sangue. Nel bene o nel male che la critica decreti. Una storia incredibile che doveva essere narrata con una buona dose di ironia, ma senza dimenticare che il KKK, oggi in declino, è stata un'organizzazione molto potente per più di un secolo ed è responsabile di centinaia di omicidi e linciaggi. La gente, alla proiezione per il pubblico e a quella per la stampa, dopo un po' ha cominciato ad abbandonare la sala: ma più che lo shock, poté lo sfinimento (il film dura oltre due ore e mezza).

Altre Notizie