Datagate, Mark Zuckerberg di Facebook comparirà davanti al Parlamento Europeo

Facebook, Tajani:

Tajani: "Zuckerberg ha accettato il nostro invito"

Il CEO di Facebook dovrà rispondere dell'uso improprio dei dati personali degli utenti europei emerso dallo scandalo Cambridge, dovrà inoltre dimostrare di aver adottato tutte le misure necessarie ad evitare ulteriori abusi, ed inoltre riferire sul presunto coinvolgimento di Facebook nelle ultime tornate elettorali tenutesi nei Paesi europei negli ultimi mesi. Zuckerberg "sarà a Bruxelles appena possibile, speriamo già la prossima settimana", per vedere i leader dei vari gruppi politici, ha annunciato il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani.

Zuckerberg finora ha parlato al Congresso americano, ma quello del Parlamento europeo è il primo e finora unico invito accettato giunto da istituzioni fuori dagli Stati Uniti.Best Moments from Mark Zuckerberg's Congressional Testimony, Part One "La Conferenza dei presidenti ha concordato che Mark Zuckerberg debba venire a chiarire le questioni legate all'uso dei dati personali in un incontro con i rappresentanti del Parlamento europeo", si legge in una nota diffusa da Tajani.

"Vogliamo sapere perché Facebook ha deciso di mettere sul tavolo il nome dei cittadini europei e cosa intende fare prima delle elezioni europee del 2019", ha spiegato il presidente Tajani, arrivando al vertice tra Ue e Balcani occidentali a Sofia. E' un passo nella giusta direzione per ristabilire la fiducia. L'incontro avverrà a porte chiuse, ha dichiarato una fonte all'Euparlamento, citata da AFP, nel corso di una "conferenza dei presidenti" che tradizionalmente si svolge il giovedì. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Questa audizione offrirà ai membri della Commissione per le Libertà Civili (Libe) e delle altre Commissioni competenti, l'opportunità di effettuare un'analisi approfondita degli aspetti relativi alla protezione dei dati personali.

"La priorità del Parlamento - ha rilevato ancora Tajani - è garantire il corretto funzionamento del mercato digitale, con un'elevata protezione dei dati personali, regole efficaci sui diritti d'autore e la tutela dei diritti dei consumatori. La libertà deve sempre essere accompagnate dalla responsabilità".

Altre Notizie