Google News cambia e punta su intelligenza artificiale. L'azienda: piacerà agli editori

Android P

Google I/O 2018: come seguire l'evento di oggi 8 maggio

Su Google Foto viene introdotta la funzione "Suggested Actions", con cui l'app riconosce i volti nelle fotografie per ricordare con chi condividerle in immediato, e può suggerire migliorie estetiche da effettuare in post produzione; si potranno anche convertire immagini appena catturate in documenti Pdf.

Che non significa lanciare solo la chiamata, ma condurla per intero, ribattendo colpo su colpo a tutte le domande e alle osservazioni portate dall'interlocutore. Sappiamo che la strada da percorrere deve essere percorsa con attenzione e deliberatamente e sentiamo un profondo senso di responsabilità nel far ciò.

Puoi sempre tornare indietro se dovessi detestare la nuova funzionalità, per ora.

Tra le novità annunciate nel corso della conferenza Google I/O che si sta svolgendo in queste ore negli Stati Uniti non potevano mancare quelle relative alla nuova versione del sistema operativo Android, per il momento identificata con il nome in condice Android P. Sull'onda delle altre migliorie protagoniste di queste ore della manifestazione, anche quelle inerenti ai futuri smartphone e tablet Android sono tutte pensate per ottimizzare i momenti di utilizzo dei suoi prodotti e restituire tempo ai suoi utenti. Le recenti demo mostrate da Google lasciano aperto un ventaglio di novità che potrebbe spingersi anche oltre. speriamo che da qualche parte non salti fuori un Programma Ultron.

Se si vuole andare a fondo su una vicenda, "Copertura completa" fornisce un quadro completo di come quella vicenda è affrontata da fonti diverse.

La nuova versione Google News è destianta a sostituire sia Google Play Newsstand, per mobile e desktop, sia l'app Google News & Weather su mobile e arriva su tutti i dispositivi Android e iOs dalla settimana prossima.

Un 'altra funzione di Android P, che utilizza il machine learning è Slices. L'intelligenza artificiale avrà la sua influenza anche sul risparmio energetico, permettendo allo smartphone di capre quali applicazioni sono maggiormente usate e quali dovranno utilizzare un numero minore di risorse.

"In Android P, abbiamo collaborato con DeepMind per la creazione di Adaptive Battery, che privilegia la carica della batteria solo per le app e i servizi che utilizzi di più, per aiutarti a spremere al massimo la batteria". Così come, nell'ottica di un utilizzo ponderato, Android P proporrà una serie di nuove statistiche su come e quanto è stato utilizzo il dispositivo, se non altro per consentire di prenderne piena coscienza.

L'integrazione dell'intelligenza artificiale, porterà su Android P due nuove interessanti features.

Altre Notizie