Juventus, Allegri: "Questo è lo scudetto più bello, io resto"

La Juventus di Allegri ha appena festeggiato le vittorie in campionato e Coppa Italia

La Juventus di Allegri ha appena festeggiato le vittorie in campionato e Coppa Italia

Poi ci penserà lui a decidere cosa fare.

"Le mie percentuali di permanenza?". Max Allegri sorride pregustando la festa che domani dallo Stadium coinvolgerà tutta la città. Cosa mi ha sorpreso di Buffon? La Juve parte per arrivare a marzo dentro tutti gli obiettivi, fa parte del dna di una grande squadra.

"Sacrificare il campionato per puntare alla Champions nella prossima stagione?"

"Il primo anno è stato lo Scudetto della consapevolezza, il secondo della tenacia". Il terzo è stato lo scudetto della costanza. Dopo Napoli ero praticamente inadeguato a fare allenatore. Chi non fa i complimenti a questa Juve non ha rispetto per il lavoro fatto in questi quattro anni.

Sul cammino della sua squadra: "È irrispettoso non fare i complimenti ad una squadra che ha vinto sette scudetti di fila, quattro edizioni della Coppa Italia consecutive ed è arrivata due anni su quattro in finale di Champions League. Non si può mettere a confronto contro una squadra che ha giocato bene ma non ha fatto nemmeno una finale".

Ti stupirebbe se alcuni giocatori chiedessero di partire in caso della tua riconferma? I miei quattro anni, sono stati ognuno diverso dall'altro. "Ogni anno trovi stimoli perché ci sarà sempre chi vorrà batterti". "Chi rimarrà dovrà sapere che si riparte a luglio per un'annata importate".

Bisogna mettersi a tavolino e valutare cosa fare. Poi ho avuto giocatori bravi ed è stato più facile vincere anche se è sempre straordinario e difficile. Chi ne ha di meno acquisirà queste caratteristiche. Quali meriti credo di avere? Nei momenti difficili mi diverto di più. "L'importante domani è festeggiare scudetto, Coppa Italia e sua carriera".

Non voglio parlare di mercato ora.

- L'anno prossimo sarà la stagione più rischiosa? Sono arrivato dopo i primi 3 Scudetti e parlavano di ciclo finito. E' importante che la società sia alla base della programmazione, alla Juve arriveranno sempre grandi giocatori di carattere e passione. Offerta importante da un club estero? Settimana prossima incontrerò la società per programmare il futuro.

La formazione: "Cuadrado e Bernardeschi non ci saranno. In attacco Dybala, Costa e Higuain".

Altre Notizie