"Legalizzare e tassare le droghe": l'appello del British Medical Journal

Un monito cha arriva dal British Medical Journal, una vera e propria istituzione oltre Manica, in un editoriale firmato dalla direttrice Fiona Godlee.

È giunto il momento di legalizzare, regolare e tassare le droghe per uso ricreativo e medicinale.

La questione è delicata, ma è importante sottolineare il fatto che continuano ad aumentare, nel mondo, i paesi che decidono di puntare sulla legalizzazione delle droghe leggere.

L'articolo parte da una serie di dati presentati in diversi studi nella rivista, dal fatto che la guerra alla droga costa 400 sterline l'anno ad ogni contribuente, al raddoppio negli ultimi dieci anni dei morti per droga in Scozia. A livello globale, inoltre, il mercato illegale della droga vale 236 miliardi di sterline, risorse che tuttavia vanno a finanziare la criminalità organizzata e la disperazione umana. Perché non dovrebbero essere usati per i servizi pubblici?

"Non si tratta di stabilire se la droga è una cosa buona o cattiva - sottolinea l'editoriale - è una posizione basata sull'evidenza scientifica, interamente in linea con un approccio di salute pubblica al crimine violento".

Altre Notizie