Mattarella in città, la visita del Capo dello Stato

M5S consegna bozza contratto a Mattarella

Toninelli Di Maio e Giulia Grillo

Nelle vie intorno all'istituo pediatrico, dove Mattarella è atteso intorno alle 10.30 per festeggiare il compleanno dell'istituto, è istituito il divieto di sosta veicolare con rimozione coatta del veicolo per gli inadempienti dalle ore 6 alle ore 12.30 di martedì 15 maggio 2018 e comunque fino a cessate esigenze.

Genova. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella arriva a Genova.

Questa mattina il presidente del Consiglio regionale Alessandro Piana ha accolto, insieme ai massimi rappresentanti istituzionali di Genova e della Liguria, il Capo dello Stato Sergio Mattarella durante la sua visita all'ospedale pediatrico Gianni Gaslini di Genova.

Il presidente Mattarella dopo l'omaggio ai caduti ha poi proseguito la sua visita a Trento, che terminerà a fine mattinata con il saluto alla sfilata degli Alpini in Piazza Dante.

La prima volta fu nel settembre 2016, quando si recò a Savona per celebrare i 120 anni della nascita di Sandro Pertini e a Stella San Giovanni (paese natale dello scomparso presidente). Qui, per gli 80 anni dell'ospedale, visiterà alcuni padiglioni e un hospice per i pazienti più gravi. Il Capo della Stato ha visitato l'Ospedale e ha incontrato i bimbi, gli operatori sanitari e le famiglie dei piccoli ricoverati. E' stata proprio una sua richiesta, quella di poter conoscere gli insegnanti. Infine sono stati presentati al capo dello Stato i progressi per realizzare l'esoscheletro per gli arti inferiori: si tratta di un prototipo, ancora in fase di sviluppo, pensato per far camminare chi ha perso la mobilità delle gambe. Ad accoglierlo il direttore scientifico Roberto Cingolani e il presidente dell'Istituto, Gabriele Galateri di Genola. R1, invece, il robot-maggiordomo, ha consegnato nelle mani di Mattarella una brochure sui 10 anni dell'Istituto. "La sua visita presidente è un riconoscimento alla rilevanza nazionale dell'Istituto Gaslini e una motivazione forte ad andare avanti". Il Gaslini è tutto questo al servizio del bambino, che non è un piccolo adulto e che necessita di una presa in carico e di una cura "specifica" ha spiegato il Direttore Generale Paolo Petralia, che ha concluso la sua presentazione con un accorato appello: "Presidente, i bambini hanno bisogno di ospedali a loro misura - con professionisti, tecnologie e ambienti specifici e con altissime competenze in tutte le discipline - e che, come il Gaslini, possano continuare ad essere per loro l'eccellenza della diagnosi e della cura".

Altre Notizie