MotoGp Francia, Marquez: "La prima parte della stagione è stata molto positiva"

MotoGP- Le Mans PL1 è sempre Marquez-Dovizioso si rivedono le Yamaha

MotoGP- Le Mans PL1 è sempre Marquez-Dovizioso si rivedono le Yamaha

Lo spagnolo fissa gli obiettivi per questo speciale appuntamento: "La prima parte del Campionato è stata positiva per noi, siamo in vetta e arriviamo dopo i test di Jerez e Mugello, dove abbiamo trovato qualcosa di importante per migliorare". Voglio lottare per il titolo, perché non farlo già da quest'anno? Ad ogni modo siamo sulla strada giusta. A Jerez abbiamo lavorato su alcuni dettagli, al Mugello ci siamo concentrati per capire il bilanciamento giusto per la moto. Il nostro livello sarà simile a quello di Jerez", spiega in conferenza, "Dobbiamo capire quale sia il nostro livello rispetto agli avversari. Lo spagnolo è entrato poi nel merito: "Lo scorso anno l'accelerazione è stato il punto critico - ha ricordato - quest'anno siamo però riusciti a compiere un passo avanti". Le Yamaha sono molto veloci, soprattutto Zarco avrà una motivazione ulteriore, il livello alto... Il circuito mi piace, dopo la riasfaltatura offre un'ottima aderenza, ha molte staccate e cambi di direzione. Il livello è più alto per tutti: "il mio primo obiettivo sarà conquistare il podio, poi eventualmente punterò ancora più in alto, alla vittoria". "Quindi le premesse sono buone".

Se a Le Mans l'alfiere Tech3 va a caccia di conferme, lo stesso discorso vale per Petrucci, reduce dal quarto posto di Jerez: "Mi serve qualcosa in più per essere vicino al vertice - ha commentato il ternano - sinceramente non so cosa aspettarmi da Le Mans, probabilmente proveremo qualcosa di diverso".

Ad Andrea Iannone, invece, dopo aver regalato alla sua Suzuki due podi consecutivi, basterebbe continuare così: "Siamo in un ottimo momento: da Austin, prova dopo prova, il feeling è migliorato e di pari passo anche i risultati. Il mio futuro? Ho fiducia, tra qualche giorno verrà fatta chiarezza".

Infine parola anche ad Aleix Espargaro che ha appena firmato un nuovo contratto con l'Aprilia: "Sono ovviamente contento per il rinnovo, perché ho sempre detto che la mia priorità era rimanere in Aprilia". La quota piu' bassa e' per Jorge Martin, a 2,25, ma a dargli battaglia ci saranno Enea Bastianini (a 5,50), Fabio Di Giannantonio (a 6,50) e la rivelazione di questo mondiale, il leader della classifica Marco Bezzecchi, piazzato a 7,50. La prima cosa importante è finire le gare, perché ne abbiamo finita solo una su 4.

"Le Michelin sono migliorate rispetto all'anno scorso, come top-performance forse no, ma sono più resistenti e ci mettono meno in difficoltà a fine gara. Più corriamo più dati abbiamo da analizzare per migliorare".

Altre Notizie