Nuovo BTP Italia maggio 2018, rendimento e caratteristiche emissione

BTP Italia 2026 lunedì l'esordio conviene sottoscrivere

Nuovo BTP Italia maggio 2018, rendimento e caratteristiche emissione

Si tratta della tredicesima emissione di questo titolo, lanciato la prima volta sul mercato nel 2012 in piena crisi del debito sovrano, che nelle passate emissioni, ha fatto registrare oltre 1.300 milioni di contratti sottoscritti per un controvalore di circa 132 miliardi. E' partita infatti oggi la nuova emissione del titolo di Stato legato all'inflazione nazionale.

Le stime sulla raccolta del Btp Italia si fissano invece sui 7 miliardi, in linea con l'emissione dello scorso novembre per circa 7,1 miliardi di euro (con un tasso allo 0,25%).

Le cedole sono semestrali, indicizzate all'indice dei prezzi al netto dei tabacchi Foi (famiglie di operai e impiegati), cui si aggiunge il pagamento del recupero dell'inflazione maturata nei sei mesi (con la previsione di un tetto al ribasso in caso di deflazione per garantire che le cedole effettivamente pagate non siano inferiori al tasso reale garantito definitivo).

Mentre i mercati attendono di sapere se verrà formato il Governo Lega-M5s, oggi è partito il collocamento del Btp Italia con scadenza 2026, che si chiuderà mercoledì 16 maggio, salvo eventuale chiusura anticipata che lascerà comunque garantite le prime due giornate di collocamento. E sarà soprattutto la risposta di questi ultimi a fornire il polso del livello di gradimento al titolo di Stato indicizzato all'inflazione in questa fase di incertezza politica e di transizione verso un nuovo governo. Anche per questa emissione il BTP Italia torna ad avere una durata pari a 8 anni, gia' proposta in passato. La prima fase del collocamento è riservata ai risparmiatori individuali ed altri affini, mentre la seconda fase del collocamento, che è riservata agli investitori istituzionali, è fissata per la sola mattinata di giovedì 17 maggio del 2018. Rappresenta una novità significativa nella gestione del debito pubblico italiano che consente ai risparmiatori di acquistare un titolo all'emissione - sul mercato regolamentato di Borsa Italiana dedicato al retail, il Mercato Telematico delle obbligazioni (Mot) - direttamente online attraverso il proprio home banking abilitato al trading, diversamente dal collocamento tradizionale che avviene mediante asta.

Altre Notizie