Totti a Buffon: "Caro Gigi, noi così diversi, così uguali"

Totti scrive a Buffon “Grazie per l’avversario e il compagno che sei stato”

"Buffon, addio strappalacrime: ma non come Totti..."

Di seguito le sue dichiarazioni: "Non sarà un addio alla Totti, quelle celebrazioni appartengono allo stile focoso romano".

Saranno giorni intensi per il portiere della Juventus, chiamato a scegliere se continuare o meno la sua sfavillante carriera tra i pali. Qualsiasi cosa gli riserverà il futuro, i tifosi lo ringrazieranno a dovere.

Ecco le parole riportate da 'La Gazzetta dello Sport': "Mi sono sempre trovato a mio agio a ruoli invertiti: io che ostinatamente non riuscivo a staccarmi dalla mia maglia, tu che hai sempre provato a trasmettermi la tua razionalità". Per me è stato difficile, a tratti straziante, chiudere il cerchio. A questo punto ci si potrebbe chiedere anche cosa ne sarebbe della sua avventura in Nazionale: con un Donnarumma ancora impreciso, avere un Buffon in attività e non convocarlo potrebbe far storcere il naso a qualcuno, ma per ora il capitolo azzurro è totalmente accantonato considerando che non si sa nemmeno se Gigi vorrà giocare una partita d'addio a giugno e se potrà farlo, proprio in virtù della succitata squalifica della UEFA. Neanche so cosa ti frullerà nella testa nelle ore successive, quando deciderai se andare avanti o fermarti.

Gli rimarrà il rimpianto di quella coppa dalle grandi orecchie, di cui ha sentito solo il profumo e che ha visto alzare da altri, e quello del Pallone d'oro che avrebbe meritato per la sua incredibile carriera ma a confronto con quel che ha vinto, a ben vedere, è poca cosa. "Ed è bello pensare che nei nostri rispettivi film abbiamo avuto entrambi una parte". Il dirigente della Roma aggiunge: "Ci siamo incontrati da piccoli, siamo diventati a poco a poco capitani e uomini".

Totti, infine, ha ricordato i momenti trascorsi insieme: "Abbiamo difeso la stessa maglia, quella azzurra. Per te ci sarò sempre". Quindi l'ex numero 10 capitolino chiude così: "Ti dico grazie, per l'avversario e il compagno che sei stato".

E magari Buffon potrà chiedere a chi già ha vissuto questa situazione di incertezza: "Ps: Se nei prossimi giorni avrai bisogno di un consiglio, fammi uno squillo".

Altre Notizie