Venezuela: Maradona presente a comizio Maduro

Venezuela, la Kellog's chiude la fabbrica dopo 56 anni. Maduro:

Venezuela. Maradona, Zapatero e Cremaschi tra gli “accompagnatori” del voto. E Maduro riapre la Kellog's

Si tratta della più nota prigione politica del Venezuela, El Helicoide. In realtà, l'azione clamorosa è stata compiuta contro la sistematica violazione dei loro diritti. "Chiedono la libertà, chiedono un sistema sanitario, chiedono il rispetto dei diritti umani, vogliono che l'aggressione e la tortura si interrompano".

Sui social media stanno circolando immagini e video che sembrano mostrare le prime fasi della protesta. In un video si vedono i detenuti correre fuori dalle rispettive celle e chiedere aiuto all'esterno. El Helicoide è una struttura imponente, a forma di piramide, che si trova nel quartiere Roca Tarpeya di Caracas. Maradona ha ballato infatti durante la chiusura della campagna elettorale a Caracas sul palco dove era salito per esprimere il suo sostegno alla candidatura di Nicolás Maduro.

La rivolta arriva a quattro giorni dalle elezioni presidenziali che si terranno domenica in Venezuela e che sono state definite da diversi altri paesi sudamericani, dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea "illegittime", perché non rispettano gli standard minimi richiesti dalla comunità internazionale. "È molto importante - ha detto - che lo spargimento di sangue sia evitato e che ci tengano negoziati per calmare gli spiriti, in modo che non ci sia violenza e nessun morto o ferito".

Il 14 maggio, il Grupo de Lima ha fatto un "ultimo appello" per sospendere le elezioni presidenziali del 20 maggio in Venezuela e ha condannato il "regime autoritario" nel paese sudamericano.

Altre Notizie