Malori bimbi Pescara, esclusa salmonella

Pescara 80 bambini ricoverati. Il sindaco chiude tutte le mense scolastiche

Pescara, 80 intossicati alla mensa delle elementari: bambini ricoverati

"Saremo al fianco delle famiglie e a tutela della salute dei bambini, se verrà accertato che a provocare i malori è stato il cibo somministrato alla mensa - ha dichiarato il sindaco - Se dagli accertamenti il malore risultasse conseguenza della qualità del cibo ingerito a scuola attiveremo ogni forma di tutela a carico dell'ente per la salvaguardia della salute dei bambini". Esclusa, quindi, l'ipotesi salmonella. Tra i soggetti colpitici ci sono bambini provenienti da 7 istituti diversi, pare però che la cucina in cui vengono preparati i pasti sia sempre la stessa ed è per questo motivo che le mense rimarranno chiuse finché non ci saranno i risultati delle analisi sul cibo.

La Procura di Pescara ha aperto un fascicolo, per il momento ancora contro ignoti, sul caso dei malori tra i bambini colpiti da una presunta tossinfezione alimentare. Nessuno dei pazienti infatti versa in gravi condizioni e alcuni di essi sono già stati dimessi.

Il personale del Servizio igiene degli alimenti e della nutrizione (Sian) della Asl e i carabinieri del Nas di Pescara hanno effettuato una nuova ispezione nel centro cottura che serve le mense delle scuole del capoluogo adriatico. A distanza di alcuni giorni qual è la situazione attuale?

Tutti sono stati sottoposti a terapia reidratativa e antibiotica.

Il Comune di Pescara ha deciso di sospendere il servizio mensa fino a giovedì, giorno di chiusura delle scuole, tranne gli asili nido che chiuderanno il 29 giugno.

Intanto prosegue l'indagine epidemiologica disposta dalla Asl. Dalla Direzione sanitaria della Asl ribadiscono che, vista la tipologia dei sintomi non si tratta di un'emergenza; gli unici effetti, considerati i numeri, sono tempi di attesa più lunghi. "Entro la serata avremo più informazioni, perché dovrebbero arrivare oggi i risultati dei primi accertamenti", ha assicurato in merito l'assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci.

Altre Notizie