Milan, Fassone: "Noi e l'Inter lontane dalla Juve. Stadio? Si può fare"

Marco Fassone Milan Serie A 06122018

Getty Images

Intervenuto ai microfoni dei cronisti a margine della presentazione del libro di Marco Bellinazzo, "La fine del calcio italiano, perché siamo fuori dai Mondiali e come possiamo tornarci da protagonisti', l'amministrazione delegato del Milan , Marco Fassone , ha parlato della situazione attuale del calcio italiano, che vede la Juventus proseguire nel suo dominio". La Juve è la storia di una famiglia intera, la più longeva in Italia. Penso che Milan e Inter siano ancora lontane. "Il Milan si affaccia adesso a questo nuovo modello di cambiamento, che è estremamente faticoso - ha spiegato al Sole 24 Ore -. E certamente questo modello si è dimostrato prevalentemente un modello vincente". "Milan e Inter hanno cambiato la proprietà e lo hanno fatto a livello internazionale - ha precisato Fassone -". È un momento positivo per la città di Milano e può avere due impianti.

"Milan e Inter sono state per anni le espressioni di due famiglie a loro molto legate. - ha dichiarato il dirigente rossonero - Per non parlare della Juventus. Grazie alla nuova normativa nel giro di 12/18 mesi si può iniziare a costruire: nel 2022-23 potrebbero esserci già alcune novità a Milano". C'è un settore giovanile che è sempre stato un'attenzione e un interesse particolare.

Sulle seconde squadre: "Il Milan è tra i grandi fautori, la velocità con cui il commissario ha voluto farla è un segnale. Noi siamo pronti, riteniamo che la seconda squadra possa aiutare". Il Milan ha nella propria squadra parecchi talenti. Berlusconi e Moratti hanno fatto contenti la gran parte dei tifosi, da 2013 in avanti le milanesi hanno affrontato un modello che richiede tempo. "Speriamo di portare uno o due giocatori dalla Primavera in su".

Altre Notizie