Milan, Yonghong Li tra aumento di capitale e nuovo socio

Milan ci pensa Elliott uno sgarbo alla Juve per tornare a sognare

Fonte Getty Images

Il Milan aveva bisogno di un socio di minoranza e Li Yonghong l'ha trovato.

Ovviamente a questo punto c'è grande attesa per l'annuncio del nome di questo nuovo socio che potrebbe arrivare anche durante il Cda in programma venerdì quando intanto Mister Li formalizzerà il prossimo aumento di capitale da 32 milioni di euro previsto entro fine mese.

Il patron del Milan cerca un nuovo socio. A maggior ragione se verrà ufficilizzato l'ingresso di nuovi capitali con "fondi freschi": una banca d'affari milanese in questi giorni sta lavorando per concedere le garanzie finanziarie necessarie per confincere l'Uefa. Secondo Bogarelli "il Milan sarà anche in una situazione di limbo ma, fra le squadre italiane, ha il brand più conosciuto al mondo e, a parte i club inglesi, è fra i 4-5 top, con Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco". Per fare qualche conto: Elliott aveva prestato 303 milioni a Li - cifra senza la quale non sarebbe riuscito a chiudere l'acquisto del Milan -, suddivisi tra 180 in capo a Yonghong e 123 al club.

Il nuovo socio entra subito con una quota di minoranza che serve per ricapitalizzare il club. Ovviamente non coprirebbe da solo l'intero debito con Elliott ma, come ha sempre sottolineato Fassone, la parte in quota al club è rifinanziabile molto più facilmente rispetto al debito di Mr. Li. La speanza del club, tuttavia, è che possa entrare in società già prima dell'eventuale ricorso al Tas di Losanna. Se il nome e la disponibilità economica del soggetto sono infatti importanti come filtra, in via Aldo Rossi sono abbastanza fiduciosi di evitare la pena più dura.

Una mossa, quello dell'arrivo di un nuovo socio, che potrebbe essere decisiva anche in chiave fair play finanziario.

Altre Notizie