Miss Mondo Italia è napoletana: Nunzia Amato va alle finali intercontinentali

Jessica Ienna ringrazia Palermo: arriva la prima fascia a Miss Mondo

Miss Mondo Italia è di San Gennaro Vesuviano: Nunzia Amato vince e vola in Cina

Si chiama Nunzia Amato, ha 21 anni, ed è la nuova Miss Mondo Italia: sarà lei a rappresentare l'Italia a Sanya, in Cina, dove il prossimo 8 dicembre andrà in scena l'edizione 2018 di Miss Mondo. E' infatti iniziato il conto alla rovescia per conoscere la più bella di quest'anno, che rappresenterà poi l'Italia alla finale internazionale di Miss World, in programma l'8 dicembre in Cina sull'isola di Hainan. Ad incoronarla è stato il ballerino, anch'egli napoletano, Stefano De Martino, nella bellissima località di Gallipoli, nel Salento. "Onestamente non mi aspettavo di raggiungere questo obiettivo". Miss Gil Cagnè è Wei Wei Lin, bellezza di 178 centimetri Veneta ma di chiare origini orientali. Miss Caroli Hotels ad Alice Quattrini 17enne toscana alta 175 centimetri con folta chioma riccia. "Miss del Web by Agricola - birra chiara artigianale e popolare" è andata invece alla campana Roberta di Lorenzo. Eccellente la qualità artistica espressa da tutti sul palco del Teatro Italia, con tante emozioni regalate sia dalle concorrenti in gara sia dagli ospiti. La finale è stata aperta da uno splendido balletto curato dal coreografo di Miss Mondo Lino Perrone, con le 50 finaliste che hanno ballato sulle note di "A sky full of stars" dei Coldplay.

Per i nicosiani, che con tanto calore l'hanno sostenuta, Marika è e rimarrà sempre la più bella tra le Miss. Molto belle le performance musicali degli ospiti: dai giovanissimi The Bootle's cover band dei Beatles all'eclettico performer Matthew Lee. Lei è Nunzia Amato, 180 centimetri di altezza, occhi verdi, capelli castani. Da lasciare senza fiato il quadro moda delle Top 10 Miss Mondo con le creazioni della stilista ufficiale del Concorso Maddalena Triggiani.

La prima è una fascia che la direzione nazionale ha voluto dedicare al cinema e abbinata alla società di produzione "Golden Hour Film". Un'opportunità di crescita personale professionale molto importante come è anche emerso, talvolta con commozione, anche nell'ultimo passaggio in giuria: non sono poche quelle che, seppur molto giovani, hanno confessato le difficoltà personali vissute nella loro vita quotidiana, dall'integrazione ai problemi di bullismo, e l'essere riuscite ad accedere alla fase finale del concorso ha assunto un forte senso di rivincita. Per Nunzia Amato è un traguardo importantissimo, oltre che una vetrina di notevole spessore per la sua bellezza e il suo talento.

Altre Notizie