Ragazza rom: "Vorrei che Matteo Salvini visitasse il campo"

Salvini 800 morti su coscienza scafisti e buonisti

SALVINI TOGLIE LA SCORTA A SAVIANO?/ Minniti gli risponde: "Le scorte non si danno in tv"

"Tolga a me la scorta ma la lasci a Roberto Saviano". "E che a dirla sia chi ha la responsabilità della sicurezza del mio paese è una cosa che mi preoccupa molto".

"E secondo te, Salvini, io sono felice di vivere così da 11 anni?"

Matteo Salvini alza il tiro nella guerra di parole con Roberto Saviano, che lo ha definito "il ministro della crudeltà", ipotizzando di valutare se confermargli la scorta, di verificare "se corra qualche rischio" visto che "passa molto tempo all'estero".

Lo afferma, intervistato da Radio Studio 54, il ministro dell'Interno e leader della Lega, Matteo Salvini. Salvini ha scelto i suoi nemici: gli italiani del Sud, italiani di cui non si occupa e di cui non si occuperà mai, gli stranieri che vivono e lavorano in Italia, le ragazze e ragazzi nati in Italia da genitori stranieri, ragazzi che parlano italiano, "che amano italiano". L'autore di 'Gomorrà risponde durissimo su Fb: "Buffone, è il ministro della malavita, ma non mi fa paura". In questi anni sono stato sotto una pressione enorme, sotto la pressione del clan dei Casalesi, dei narcos messicani. E accusa il ministro di non ricordare "i legami tra Lega Nord e 'ndrangheta, del riciclaggio, dei soldi, tramite mediazione di 'Ndrangheta, della Lega". Il tema è quello dei migranti. Il governo sarà protagonista, con il presidente del Consiglio Luigi Conte, di un vertice ristretto che precederà, domenica, il Consiglio Europeo del 28-29 giugno. "Quelli che riporto io sono fatti, suffragati da dati scientifici solidissimi". "La scorta a Saviano, come lui stesso raccontò, non è una concessione ma la protezione che lo Stato deve garantire a chi minacciato per avere combattuto mafia e camorra". La risposta di Salvini non si fece attendere: "Per Saviano sono razzista, ignorante e sgrammaticato. Tutto ciò è semplicemente orribile ed è una minaccia alla libertà di pensiero che va fermata con una chiara e netta mobilitazione che dica chiaramente: via Salvini da ministro degli Interni!". Il ministro dell'Interno attacca la persona minacciata e lo definisce "un chiacchierone".

Altre Notizie