Rapporti non protetti con l'Hiv: arrestato "untore" ad Ancona

Da undici anni era affetto da HIV e ha infettato decine di partner. Untore arrestato ad Ancona

Positivo all’Hiv da 11 anni, aveva rapporti non protetti: “untore” arrestato ad Ancona

L'indagine, condotta dalla Polizia di Stato di Ancona in collaborazione con il Servizio Centrale Operativo, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, si è conclusa nelle ultime ore. A sorprendere gli investigatori durante le fasi dell'arresto l'atteggiamento dell'uomo, che si rifiutava di considerarsi malato affermando di ritenersi un negazionista dell'esistenza di tale malattia.

Le potenziali vittime dell'untore potrebbero essere oltre 200: l'uomo viaggiava in tutta Italia per lavoro.

Un caso che ricorda quello dell'untore Valentino Talluto, e che sta provocando un'enorme preoccupazione tra le donne del posto: l'uomo arrestato dalla polizia di Ancona con l'accusa di lesioni gravissime, per aver contagiato consapevolmente con il virus dell'Hiv diverse partner occasionali (oltre alla compagna) è un 36enne e si chiama Claudio Pinti. La polizia lancerà un appello per individuare le vittime, contattate da lui anche attraverso chat e social network.

Ancona, positivo Hiv aveva rapporti non protetti: arrestato "untore". Ora si trova nel carcere di Ancona. Una volta appurato del contagio, la 35enne ha subito denunciato il partner. Stando a quanto é dato sapere, l'uomo faceva i conti da undici anni con l'AIDS, diagnosticato e conclamato, ma nonostante questo consumava rapporti sessuali non protetti.

Altre Notizie