Sebastian Vettel ha vinto il Gran Premio del Canada di Formula 1

Scontro Hartley-Stroll

Lo scontro tra Hartley e Stroll

Infatti, dopo la splendida pole il tedesco si conferma anche in gara dove coglie la terza vittoria stagionale precedendo sul podio Bottas e Verstappen. La partenza del ferrarista rasenta la perfezione, mentre in fondo al gruppo va in scena uno spaventoso incidente tra Stroll e Hartley: il canadese perde la sua Williams e centra in pieno la Toro Rosso del neozelandese, che prende il volo e si schianta contro le barriere. Ritiro per entrambi e subito Safety Car in pista, ma nessuna conseguenza fisica per i piloti. Alla ripartenza nulla cambierà, con le posizioni congelate sino al pit stop. Ricciardo Bottas e Hamilton sono gli unici con la gomma ultrasoft, mentre il resto della top ten ha esordito con la hypersoft. In questo trambusto però, c'è un pilota che se ne infischia altamente di undercut, overcut e di tutto quello che volete: è Sebastian Vettel. Tallonato dal finlandese che sembrava averne di più per diversi giri, il britannico è poi riuscito a staccarsi e a raggiungere l'australiano della Red Bull, rimanendogli tuttavia in scia senza superarlo. Il suo vantaggio sui rivali aumenta vertiginosamente giro dopo giro, facendo persino capire che sta forse anche guidando "al risparmio". La sosta ritardata doveva condurlo davanti ad Hamilton e Ricciardo per provare l'attacco al podio nei giri finali.

Male Hamilton: sicuramente è lui il più grande deluso del weekend. Bottas ha provato a farsi sotto tra il 55esimo e 60 giro, ma ha sbagliato un doppiaggio ed è andato a lungo.

Potrebbe non essere così su altre piste ma oggi in Canada le due Red Bull, piazzandosi tra Vettel e Hamilton hanno di fatto dato una grossa mano al nuovo leader del mondiale piloti. Solo quinto un deludente Kimi Raikkonen con la seconda Rossa.

Kimi, cosi non servi a niente: si ok, detta cosi sembra cattivella.

Kimi Raikkonen
Il rientro in pista di Kimi Räikkönen dopo il pit stop

Ma come sono andate nel dettaglio le qualifiche?

Un "rossa" davanti a tutti al termine di un sabato per cuori forti. E invece cosa succede?

Al sesto posto un Raikkonen non proprio felice per la prestazione sua e della sua vettura. Campione autentico ma non lo scopriamo certo ora... Sempre altalenante, sempre incostante e totalmente inutile fin qui per il Mondiale. Sarà dunque fondamentale per Toto Wolff e soci indirizzare correttamente lo sviluppo per il resto della stagione, potendo comunque guardare con ottimismo a tappe come Francia e Gran Bretagna in cui in aiuto della Mercedes ci saranno le gomme Pirelli dal battistrada ridotto di 0.4mm, che già hanno fatto la differenza al Montmelò. No perche noi, sinceramente, non la ricordiamo... Dopo il noiosisismo Gp di Monaco il circus della F1 riparte dal circuito di Montreal dove Fernando Alonso festeggerà il suo gran prix numero 300.

Altre Notizie