Sisma a Osaka, due morti e 40 feriti

Violento terremoto in Giappone nella zona di Osaka

Ansa 1 di 11 Ansa 2 di 11 Ansa 3 di 11 Ansa 4 di 11 Ansa 5 di 11 Ansa 6 di 11 Ansa 7 di 11 Ansa 8 di 11 Ansa 9 di 11 Ansa 10

Un terremoto di magnitudo 6.1 ha provocato morti e feriti nella zona di Osaka, nell'ovest del Giappone.

Al momento i morti accertati sono tre, una bambina di 9 anni e due anziani, mentre si contano circa 60 feriti.

Non è scattato l'allarme tsunami. Il sisma ha causato la sospensione del servizio di treni, mentre la fornitura di energia elettrica è già ripresa: erano state colpite 170 mila abitazioni.

L'aeroporto internazionale di Kansai, a Osaka, il più importante del Giappone occidentale, è stato riaperto, ma sono stati cancellati 41 voli.

Questo terremoto segue quello registrato ieri nella Prefettura di Gunma, a nord di Tokyo: i sismologhi hanno spiegato che questa è la maggiore attività sismica dal 1923 nell'area del Kansai, dove è localizzata Osaka, la seconda città del Giappone per numero di abitanti.

Le autorità hanno riferito che nessuno dei 15 reattori nucleari della regione è stato colpito. Tra le vittime, secondo l'agenzia Kyodo, una bambina di 9 anni che sarebbe rimasta schiacciata dal crollo del muro perimetrale di una piscina nella città di Takatsuki, e un anziano di circa 80 anni. La scossa principale è stata seguita poi da numerose repliche nei minuti e nelle ore successive tutte di intensità superiore a magnitudo 2.5 tra cui alcune superiore anche a magnitudo 3.

Il premier Shinzo Abe ha sottolineato che la priorità è ancora focalizzata sui soccorsi alle persone in difficoltà.

Altre Notizie