Cina, la vedova del dissidente Liu Xiaobo ha lasciato il Paese

Vedova Nobel Liu Xiaobo lascia Cina

Cina, libera dopo 8 anni Liu Xia. La vedova di Liu Xiaobo verso Berlino. “E’ più facile morire che vivere”

La vedova del dissidente cinese e premio Nobel per la pace Liu Xiaobo, che 'de facto' era ai domiciliari a Pechino, si è imbarcata su un volo e ha lasciato la Cina.

La notizia è arrivata un po' a sorpresa e le è stato consentito di lasciare la Cina. "Ha iniziato la sua nuova vita", ha scritto sui social Liu Hui, il fratello della donna.

Il governo cinese si è affrettato a chiarire che Xia è partita "di sua volontà" per sottoporsi a "cure mediche".

Artista, poetessa e difensora dei diritti umani, Liu Xia è stata posta agli arresti domiciliari illegali e sotto pesante sorveglianza, oltre a esser maltrattata dalle autorità cinesi, dal momento in cui a suo marito Liu Xiaobo è stato assegnato il premio Nobel per la pace nel 2010. Liu Xiaobo è morto un anno fa, mentre scontava una condanna a 11 anni di carcere per "incitamento alla sovversione dei poteri dello Stato", per aver ispirato la "Charter 08", il piano di riforme e la fine del partito comunista unico. Coincidenza non casuale, il primo ministro Li Keqiang è atteso in visita in Germania proprio nei prossimi giorni.

Altre Notizie