Di Maio difende la sua segretaria particolare: "È onesta e leale"

Di Maio difende la sua segretaria particolare: “È onesta e leale”

Governo: Di Maio difende la segretaria particolare: 'Onesta e leale'

"Lo schifo che leggo oggi sul quotidiano il Giornale va messo nella categoria della stampa spazzatura". Stesso ruolo ricoprirò a breve al Ministero dello Sviluppo economico.

Il curriculum della giovane però è, almeno finora, tenuto nascosto ovvero non pubblicato.

Di Maio è intervenuto direttamente sulla vicenda difendendo la sua scelta: "La dottoressa Assia Montanino l'ho conosciuta 5 anni fa".

Senz'altro li merita, e nessun problema per noi, se non altro per il curriculum: "E' figlia di un commerciante che ha denunciato i suoi usurai" (Di Maio). Lo stesso Di Maio ne aveva apprezzato grinta e carisma e, dopo il conseguimento della laurea in economia, il leader dei pentastellati le aveva proposto un tirocinio presso la sua segreteria di vicepresidente della Camera.

"Due ministeri, uno stipendio solo, pur avendo diritto a due stipendi", ha sottolineato. La cifra netta che prendo mensilmente - pari a circa tremila e trecento euro - copre un impegno che va ben oltre i tempi previsti nel contratto, e che si protrae 7 giorni su 7, senza limiti di orario. Pensavo che i tempi bui in cui un ex ministro del Lavoro accusava i giovani di essere dei buoni a nulla fossero passati - ha scritto ancora Assia Montanino -, invece noto che è una mentalità diffusa, sia in ambienti che si definiscono di destra, sia in ambienti che si professano di sinistra. "E con responsabilità importanti". Mi sono guadagnata stima e fiducia di tutti lavorando sodo per anni. Non accetta "illazioni" sulle sue competenze, "dovranno rispondere in tribunale".

"Come donna - ha continuato - osservo anche che in questi articoli e nelle foto private che sono state pubblicate, c'è un sessismo nemmeno troppo velato". "Purtroppo certi media contribuiscono non solo a diffondere falsa informazione, ma anche a inchiodare l'Italia a un medioevo culturale". Sotto il post di Di Maio, la conferma del presidente della Fai Antiracket e Antiusura di Pomigliano d'Arco: "Confermo tutto quello che ha detto Luigi Di Maio", scrive su Fb. "Definirla una segretaria - hanno puntualizzato fonti del Movimento, replicando a un articolo pubblicato dal 'Giornale' - è una scorrettezza".

Assia, infatti, ha candidamente parlato del suo compenso e del suo lavoro tagliando corto su ogni possibile polemica: "Lavoro al Ministero del Lavoro come Capo segreteria".

Altre Notizie