Grande sequestro effettuato dai Nas su prodotti alimentari corrotti o scaduti

Surgelati scaduti e bottiglie d’acqua sotto il sole, operazione dei Nas a Taranto e Bologna

Sequestrate 16 tonnellate di surgelati a Taranto / Le etichette erano contraffatte, prodotti scaduti da anni

I carabinieri del Nas di Taranto assieme ai colleghi del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro hanno effettuato un maxi sequestro, ben 16 tonnellate di cibo surgelato scaduto. All'interno di un deposito, il cui amministratore è stato denunciato per tentata frode in commercio, i militari hanno trovato molti alimenti con etichetta contraffatta e che in realtà erano, in diversi cas, scaduti da anni. Altre 3600 bottiglie di acqua minerale confiscate a Bologna per cattiva conservazione: lasciate al caldo e sotto il sole sprigionano sostante tossiche.

I nuovi episodi di sequestro di prodotti non buoni sono solo i più recenti riportati ma è ormai da diverso tempo che si susseguono in maniera costante controlli sempre più capillari da parte dei Nas volti proprio a scoprire se alimenti e bevande destinate alle vendita siano effettivamente buone per salvaguardare il benessere dei cittadini. Le 3.600 bottiglie sequestrate, per un valore complessivo di 1.300 euro, erano stoccate nel piazzale del magazzino ed esposti ai raggi diretti del sole. Scoperti diversi alimenti in cattivo stato di conservazione poiché riposti in locali non autorizzati e in condizioni igienico sanitarie precarie. I Nas che hanno operato nell'ambito della tutela della salute dei cittadini, sono intervenuti in un deposito di surgelati di Taranto ed hanno scoperto che la scadenza dei prodotti era stata falsificata dall'azienda che rivende surgelati all'ingrosso. Complessivamente sono state sequestrate 16 tonnellate di alimenti congelati o surgelati e l'attività commerciale sospesa per molteplici e gravi violazioni anche di carattere penale e amministrativo accertate.

Altre Notizie