Ilva, fascicolo all’ANAC. Il caso si complica dopo lettera Emiliano

Cosa ha detto Di Maio sull'Ilva nell'incontro con i sindacati

Ilva, Di Maio: ArcelorMittal faccia proposte migliorative

Questo è quanto ha affermato Luigi Di Maio al ministero dello Sviluppo, dove si è svolto un incontro con le rappresentanze sindacali dell'acciaieria (leggi anche: Ilva, Di Maio gela Beppe Grillo). "Ho dato mandato immediato ai commissari di confrontarsi tecnicamente sulle proposte migliorative che ci ha fatto ArcelorMittal ma prima di esprimermi dobbiamo analizzare tecnicamente le loro proposte", ha aggiunto. Resti prioritario il tema dell'occupazione, unitamente e non in contrasto con quello ambientale.

Intanto l'Ilva torna nella bufera, con la decisione del vicepremier Di Maio di girare all'Autorità nazionale anticorruzione il dossier relativo alla gara di aggiudicazione che ha visto prevalere la società di Arcelor Mittal e Marcegaglia. E aggiunge Calenda che "il prezzo è stato decisivo per il 50%. Sul piano occupazionale si richiedono passi in avanti", ha detto Di Maio. "Per cui abbiamo rinnovato la richiesta che il ministro faccia di più e di meglio", ha detto il segretario generale della Fim-Cisl, Marco Bentivogli.

Per Francesco Brigati, della Fiom di Taranto, la proroga al 15 settembre per la soluzione della vertenza, che è arrivata nelle scorse settimane, è "un'occasione per trovare una soluzione alle problematiche che, ad oggi, non hanno mai trovato risposte per il futuro occupazionale, ambientale e produttivo di un territorio che non ha più voglia di subire scelte calate dall'alto". La sindacalista ha spiegato che non ci sono state "indicazioni sui tempi", ma aggiungendo di aspettarsi "nell'arco di pochi giorni un ritorno di questo approfondimento".

Se l'amministratore indiano non ha voluto parlare con la stampa, i sindacati sembrano apprezzare la linea Di Maio, pur attendendo sviluppi.

In sintesi Michele Emiliano nella sua "letterina" sostiene che l'aggiudicazione "presenta zone d'ombra" dimenticando che si tratta di una gara di evidenza pubblica e che quindi i sospetti vanno esternati alla magistratura, dalla quale il Governatore barese sembra essere sempre più lontano.

Nessuna reazione immediata da parte dei sindacati, anche se negli ambienti delle sigle metalmeccaniche si manifesta comunque qualche tentennamento sulla lettera del presidente della Regione Puglia.

Sei arrivato fin qui Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Ad essi si sarebbero aggiunti 0,9 miliardi per le bonifiche, contro il totale di investimenti di ArcelorMittal che si ferma a 2,4 miliardi, di cui 1,15 per interventi ambientali.

Altre Notizie