Ora il Milan è di Elliott: "Abbiamo grandi ambizioni. Subito 50 milioni"

Verso il «nuovo» Milan nel segno di Paolo Maldini

Ora il Milan è di Elliott: "Abbiamo grandi ambizioni. Subito 50 milioni" - Sport, Calcio

Il manager vicino a Elliott, dall'aprile 2017 membro del cda del club, potrebbe essere l'uomo designato dal fondo statunitense, che nei giorni scorsi ha concluso la procedura di escussione entrando in possesso della società rossonera dopo il default del precedente proprietario e presidente, il cinese Li Yonghong.

Mercato Milan, il Fondo Elliott cambia marcia. Termina così in pochi mesi l'avventura di Li Yonghong in sella al Milan dopo averla acquistata da Silvio Berlusconi. Inoltre, l'estate prossima potrebbe essere la possibilità di ricorrere a un nuovo Voluntary Agreement, opzione che permette ai club con nuovi azionisti di maggioranza di chiedere una moratoria delle sanzioni presentando un business plan pluriennale.

L'unica controindicazione è rappresentata da una storica idiosincrasia dell'Uefa nei confronti dei fondi nel calcio, ma le intenzioni di Elliott ("creare stabilità finanziaria e di gestione; ottenere successi di lungo termine per AC Milan cominciando dalle fondamenta, assicurandosi che il club sia adeguatamente capitalizzato; e condurre un modello operativo sostenibile che rispetti le regole della UEFA sul Financial Fair Play") sono confortanti e di questo il Tas di Losanna non potrà non tenere conto. E' questo il piano di Elliott che ha rilevato il Milan. Paul Singer, fondatore, Co-CEO e Co-CIO di Elliott Management Corporation ha dichiarato "Supporto finanziario, stabilità e una supervisione adeguata sono prerequisiti necessari per un successo sul campo e per una fan experience di livello internazionale". Finora infatti il mercato del Milan è stato praticamente fermo e il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli e l'amministratore delegato Marco Fassone avevano potuto acquistare soltanto tre giocatori, senza pagare nulla: due svincolati (Ivan Strinic e Pepe Reina) e uno a parametro zero (Alen Halilovic).

Altre Notizie