Tesla produrrà in Cina: via libera alla fabbrica da 500.000 auto l’anno

Tesla, accordo con Shanghai per Gigafactory da 500mila vetture all'anno

Trump aumenta i dazi. E Tesla apre in Cina

Il mercato delle auto green in Cina è in esplosione. Così Elon Musk, secondo quanto riportato in un comunicato redatto dalle autorità locali, ha salutato la firma dell'accordo di collaborazione con l'amministrazione della capitale economica della Cina che porterà Tesla a costruitre nell'area industriale di Lingang un impianto studiato per la produzione di 500 mila veicoli elettrici all'anno.

I prodotti saranno automobili 100% elettriche, rispettando le esigenze del mercato cinese. L'accordo arriva a seguito delle esigenze della Tesla di vendere all'estero.

La decisione di produrre auto in Cina è la logica conseguenza di un mercato automobilisco che anche in Cina si sviluppa sempre più; l'impatto che le auto elettriche stanno avendo in Cina è fondamentale, e le attuali strategie di mercato della Tesla non sono favorite dall'andamento del mercato cinese. 777 mila veicoli elettrici sono stati acquistati l'anno scorso in Cina, soltanto 14779 sono state - invece - le auto Tesla. Innanzitutto stiamo parlando della prima fabbrica Tesla situata al di fuori dei confini statunitensi: un passo importante per l'azienda, che neanche troppo lentamente si sta mettendo in pari a livello di globalizzazione con le concorrenti grandi case automobilistiche di lungo corso. L'obiettivo governativo poi, è quello di 7 milioni all'anno entro il 2025. La sua volontà è infatti di aprire uno stabilimento per la produzione di auto elettroniche in ogni continente, inclusa evidentemente l'Europa.

Altre Notizie