Thailandia:incubo finito calciatori e allenatore tutti salvi

Thailandia soccorsi in campoI 4 ragazzi estratti stanno bene   
                       
                
         Oggi alle 07:40

Thailandia soccorsi in campoI 4 ragazzi estratti stanno bene Oggi alle 07:40

I ragazzini e il coach sono rimasti intrappolati per 17 giorni.

"Sono accompagnato dai medici della marina e subacquei della SeaWorld, che portano anche molte attrezzare subacquee". Ieri, lunedì, erano stati recuperati altri quattro giovani calciatori durante la seconda fase di recupero iniziata attorno alle 11 ora locale - le 6 del mattino in Italia - e terminata "tra le 19.30 e le 20.30" ora locale (poco prima delle 15 in Italia).

I quattro salvati dell'otto luglio. A darne notizia è stato il responsabile dei soccorsi, Narongsak Osatanakorn. "Tutti i 13 cinghialotti sono ora fuori dalla caverna" hanno scritto su Facebook i Navy seal thai. Le persone intrappolate sono ancora a quattro chilometri dall'uscita. E sono state suddivise in tre tranche, l'ultima si spera domani, anche se nessuno dà per certo che non sia necessario qualche tempo in più. Nella giornata dell'11 luglio le autorità thailandesi hanno diffuso le prime immagini dei ragazzi in ospedale; l'emittente Bbc ha pubblicato invece un video, nel quale si mostra una breve sequenza dell'operazione di salvataggio di uno dei superstiti. E oltre alle famiglie che dopo 18 giorni di tortura emotiva potranno presto riabbracciare i propri figli, da questa incredibile storia di forza di volontà e cooperazione esce vincitrice tutta la Thailandia: per giorni il mondo si è intenerito vedendo la compostezza e la tenacia con cui il Paese ha perseguito l'obiettivo di riportare a casa questi ragazzi, anche quando i giorni passavano e neanche si sapeva se fossero ancora vivi. Prayuth ha aggiunto che la potenza di quei farmaci è simile a quelli che prende lui per rilassarsi se deve usare armi da fuoco.

Stanno bene. Le condizioni mentali di tutti i ragazzi usciti dalla grotta da domenica e il loro allenatore "sono molto buone, così come le loro condizioni di salute in generale, non hanno febbre o infezioni gravi, solo tre di loro hanno infezioni polmonari di minore entità", hanno reso noto i medici dell'ospedale in cui sono stati ricoverati per essere sottoposti a esami e ricevere cure.

I 12 ragazzi, di età compresa fragli undici e i 16 anni e il loro allenatore di 25 anni rimarranno in ospedale una settimana. Ora sono fuori da quella che sarebbe potuta diventare la loro tomba, virtualmente adottati da un intero popolo.

La squadra infatti era stata invitata dal presidente della FIFA, Gianni Infantino, ad assistere alla partita finale a Mosca.

Altre Notizie