Todd Howard: Bethesda non affiderà più lo sviluppo a studi esterni

Fallout 76, Bethesda ha timori sul multiplayer

Todd Howard: Bethesda non affiderà più lo sviluppo a studi esterni

Questo timore non è ingiustificato perché la stessa Bethesda non nasconde l'emozione e un po' di paura nell'affrontare un nuovo modo di concepire Fallout.

In occasione di una nuova intervista concessa al Guardian, il game director di Bethesda Todd Howard specifica che Fallout 76 non è un gioco di sopravvivenza online e rivela perché il team è preoccupato per il multiplayer, spiegando perché desidera stare attento alla svolta online che sta prendendo il titolo. "Mettere quel potere nelle mani dei giocatori aumenterà esponenzialmente il numero di momenti magici che saranno presenti in Fallout 76". Era nel 2014. Era davvero solo una bozza.

Bethesda non ha mai fatto un gioco multiplayer online (esiste una versione online di The Elder Scrolls, ma è realizzata da uno sviluppatore diverso).

Uno dei rischi più grandi che si corrono sviluppando un titolo online, è quello di andare a creare un titolo in cui i più forti rovinano l'esperienza di gioco ai più deboli. In molti hanno iniziato a temere che la saga potesse diventare semplicemente un nuovo survival online come ormai siamo abituati a vedere. Ci piacciono queste esperienze tanto quanto ai nostri fan.

A differenza di Rust o DayZ, questo non è un gioco in cui qualcuno può correre da te nei primi cinque minuti (o cinque ore), ucciderti con un'arma più potente, rubare tutte le tue cose e lasciarti al punto di partenza. La morte è già abbastanza brutta in una partita, perché stai perdendo tempo, quindi non sentivamo di dover aggiungere ulteriori penalità. "Abbiamo voluto assicurarci di non far perdere ai giocatori la progressione".

Fallout 76, Bethesda ha timori sul multiplayer

Fallout 76 non segna la fine di Fallout come serie di giochi per giocatore singolo. Attinge da Fallout 3 e 4 ma Howard sottolinea che non li sta sostituendo.

Avevamo l'idea e, per un po', abbiamo pensato che avremmo dovuto provarla.

Vogliamo essere chiari con i nostri fan e con altre persone che ce lo chiedono: 'È questo che Fallout sarà per sempre?'.

Concludendo l'intervista, Todd Howard ha affermato che in Fallout 76 avremo comunque delle missioni e un traguardo da raggiungere, ma non sapremo cosa potrà accadere quando ci ritroveremo di fronte a un altro giocatore. Il nostro compito è dare loro tutti gli strumenti necessari.

Altre Notizie