Usa: nuova condanna J&J per talco

Johnson & Johnson cancro

Alcuni prodotti di Johnson & Johnson

La giuria di St.Louis ha stabilito innanzitutto i danni compensativi in favore delle due donne stabilendo un risarcimento di 25 milioni di dollari per ciascuna di esse per un totale di 550 milioni. Dopo una delibera durata un'ora, sempre la stessa giuria ha deciso la somma dei danni punitivi, che è stata fissata a 4,14 miliardi di dollari.

Nuova condanna per Johnson & Johnson.

L'accusa lanciata da Mark Lenier, l'avvocato che rappresentava le 22 consumatrici, è pesantissima: la J&J sapeva che i suoi prodotti al talco contenevano asbesto e ha nascosto l'informazione al pubblico, difendendo l'immagine del borotalco per bambini, e truccando i test per evitare di mostrare la presenza di asbesto. Le vittime presenti a questo processo sono ventidue donne che hanno dichiarato che il cancro alle ovaie che il loro organismo ha sviluppato sia stato causato proprio dal prodotto dell'azienda nota in tutto il mondo e convenzionalmente riconosciuta come la più affidabile.

Un tribunale americano, quello di St. Louis in Missouri, ha condannato la Johnson & Johnson a risarcire 22 donne con 4,7 miliardi di dollari: le donne avevano accusato la multinazionale di prodotti per la cura della persona di aver contratto il cancro alle ovaie dopo aver usato il loro talco.

Il talco prodotto e venduto dalla Johnson & Johnson conteneva asbesto, cioè amianto.

Lanier infatti sostiene che la Johnson & Johnson avrebbe coperto le prove della presenza di amianto nei suoi prodotti per più di 40 anni. "La compagnia dovrebbe eliminare il talco dal mercato prima di causare ulteriori angosce, danni e morte a causa di una terribile malattia".

La Johnson & Johnson è stata condannata ad un risarcimento record in favore di 22 donne che si sono ammalate di cancro alle ovaie utilizzando il talco della compagnia. E il portavoce della multinazionale, Carol Goodrich, ha aggiunto: "i diversi errori presenti in questo processo sono stati peggiori di quelli nei precedenti processi che sono poi stati capovolti".

Johnson & Johnson sta affrontando circa 9mila casi legali che hanno a che fare con i suoi prodotti a base di talco, ma molte delle sentenze di primo grado sono state ridimensionate o annullate in appello.

Altre Notizie