Bce: in Italia e Spagna stenta la ripresa di redditi e consumi

Redditi e consumi Italia Cenerentola dell'Area euro 
   	   
 

     La BCE segnala che entrambi restano al di sotto dei livelli registrati nel 2008

Redditi e consumi Italia Cenerentola dell'Area euro La BCE segnala che entrambi restano al di sotto dei livelli registrati nel 2008

Si è deciso "di lasciare invariati i tassi di interesse di riferimento della Bce e continua ad attendersi che si mantengano sui livelli attuali almeno fino all'estate del 2019 e in ogni caso finché necessario per assicurare che l'inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine". Comunque i dati più recenti degli indicatori economici "si sono stabilizzati e continuano a segnalare il perdurare di una crescita solida e generalizzata, seppure a ritmi inferiori rispetto al 2017". "Permangono rilevanti incertezze connesse a fattori di carattere globale, e in particolare alla minaccia del protezionismo - prosegue il documento - Occorre inoltre continuare a tenere sotto controllo il rischio di un persistente aumento della volatilita' dei mercati finanziari". "In aggiunta, l'espansione generalizzata della domanda mondiale dovrebbe proseguire, sospingendo così le esportazioni dell'area dell'euro".

Se tutte le misure minacciate fossero implementate, aggiunge l'istituto centrale, il tasso medio dei dazi Usa salirebbe a livelli mai visti negli ultimi 50 anni.

Quanto all'inflazione, "il vigore di fondo dell'economia ha confermato la convinzione del Consiglio direttivo che in futuro l'inflazione continui stabilmente a convergere verso il livello previsto e che tale convergenza perduri anche dopo lagraduale liquidazione degli acquisti netti di attività", ossia la fine del quantitative easing. "Se in alcuni grandi paesi dell'area si sono registrati forti cali dei consumi correlati alla Grande recessione e alla crisi del debito sovrano (ad esempio in Italia e in Spagna)", si annota, "altri paesi (ad esempio Germania e Francia) sono stati meno interessati da tale fenomeno".

Agenpress - Secondo la Bce, i consumi in Italia e in Spagna non hanno ancora evidenziato una completa ripresa, mentre in Germania e Francia sono di circa il 10% più alti rispetto al periodo pre-crisi. Anche il reddito netto da interessi è "rimasto abbastanza stabile in Germania e Francia, meno in Italia e in Spagna". Per contro, in Italia, il calo dei redditi da interessi è stato molto più ingente, poiché le famiglie italiane detengono una quantità relativamente ampia di attività fruttifere di interessi e sono relativamente meno indebitate.

Altre Notizie