Due vittime siciliane nel crollo del ponte di Genova

Due vittime siciliane nel crollo del ponte di Genova

Tragedia di Genova: sale a 39 il numero delle vittime, tre i bambini

Fra le vittime, altre due coppie di fidanzati: Marta Danisi, 28 anni, di Messina, infermiera all'ospedale di Alessandria, e il fidanzato Alberto Fanfani, 32 anni, di Firenze, medico anestesista. Roberto Robiano, 44 anni, Ersilia Piccinino, 41, e Samuele sono stati inghiottiti dal cemento. Cinque ancora cadaveri sconosciuti.La storia del bimbo più piccolo e della sua famiglia arriva da Campomorone, centro della provincia di Genova. Nella speranza che i responsabili di questo disastro vengano identificati, meteolive resta vicino al dramma che stanno vivendo in queste ore i familiari delle vittime.

Elisa Bozzo, 34 anni di Busalla viaggiava su una Opel nera, poi i francesi che erano diretti all'imbarco per la Sardegna si chiamavano Nathan Gusman, 20 anni, Melissa Artus di 22, Axelle Nemati Alizè Plaze di 20 e William Pouzadoux, 22. Si tratta di Juan Figueroa, 60 anni, Nora Aravena e Juan Pastene.

Poi Andrea Cerulli, 48 anni, era un portuale della Culmv, molto conosciuto negli ambienti del tifo genoano, ha perso la vita mentre andava al terminal Vte per iniziare il suo turno di lavoro.

Doverano effettuare alcuni lavori a Rapallo, operai della ditta di pulizie Marjus Djerri, 22 anni, giovane giocatore della rosa del Campi Corniglianese e Edy Bokrina, entrambi di origine albanese, i quali erano sul furgone Qubo della EuroPulizia. Il ponte sarebbe stato "monitorato dalla Direzione di Tronco di Genova (che fa parte di Autostrade, ndr) con cadenza trimestrale secondo le prescrizioni di legge e con verifiche aggiuntive mediante apparecchiature altamente specialistiche", anche attraverso "società ed istituti leader al mondo in testing ed ispezioni", e l'esito ha sempre fornito "adeguate rassicurazioni".

Risulta dispersa anche la moglie, Giovanna Bottaro.

Altre Notizie