Google Pay oggi in Italia. Come funziona e con che banche

Google Pay oggi in Italia. Come funziona e con che banche

Google Pay è arrivato in Italia: disponibile da oggi con un gran numero di banche

Google sfida Apple anche in Italia, arriva oggi nel nostro paese Google Pay, servizio già presente in 20 paesi del mondo che trasforma smartphone e smartwatch in un vero e proprio portafoglio.

Google Pay è semplicissimo da usare e dispone di diversi livelli di sicurezza: per pagare le applicazioni o su web basta un click, per pagare con lo smartphone basta appoggiare quest'ultimo sopra un POS che accetta acquisiti contactless digitando, per acquisti superiori ad una certa cifra, un pin di sicurezza.

Spiega Fabio Vaccarono, il managing director di Google Italia, che "negli ultimi quattro anni l'ecommerce in Italia è quasi raddoppiato". Ricordiamo che per usufruire del servizio è necessario che lo smartphone sia dotato di NFC. Semmai il ritardo, ammette il manager, "è più dal lato dell'offerta che della domanda".

Tra le banche supportate dal circuito Widiba, Mediolanum, Hype, N26 e Nexi, in arrivo Poste Italiane e Carta BBC.

Dopo aver aggiunto la prima carta (ed effettuata la verifica), l'utente riceverà una mail da Google (la seconda immagine in galleria) che dà il benvenuto al sistema di pagamento. Una volta che la carta è associata all'account Google del proprietario del telefono o dell'orologio, si può utilizzare anche per i normali pagamenti online, sui siti e i portali che ospitano il logo di Google Pay, senza bisogno che di avere appresso i gadget per il pagamento.

Google ha specificato che i dati della propria carta non vengono memorizzati sullo smartphone né registrati durante le transazioni.

Altre Notizie