Pirlo: "Dybala deve imitare CR7. Stupito da Bonucci, il Milan mi piace"

Juventus Pirlo

Getty Images

Andrea Pirlo in un'intervista a Tuttosport parla della Juventus, di Cristiano Ronaldo e di Dybala: "La Juventus è una grande società, storica". Se lo vivi da dentro, come è successo a me nei primi 4 anni, non sei stupito del percorso e dei trionfi: quando si vince provi belle sensazioni e vuoi continuare a farlo.

E' stato uno dei protagonisti della rinascita bianconera. Ma nessuna nostalgia: "in carriera ho già avuto la fortuna di dividere lo spogliatoio con tanti Palloni d'Oro", ricorda Pirlo. Il presidente Agnelli ha ragione a dire che l'obiettivo è la Coppa, deve essere quello.

Secondo l'ex regista azzurro, Mandzukic è la spalla ideale di Cristiano Ronaldo: "A Cristiano non so se piaccia fare l'unica punta, ama partire da sinistra e quindi ha bisogno di uno che giochi vicino a lui: Mandzukic è ideale". "Sicuramente sono due ottime squadre però per arrivare al livello della Juve devono fare qualcosa di più". Di lui apprezzo la bravura nel variare i moduli e gestire lo spogliatoio. "Se si mette ad allenarsi con la voglia di Ronaldo poi sarà difficile lasciarlo fuori". "Per diventare un giocatore fondamentale per la Juventus deve trovare qualcosa dentro di lui".

"Si può vincerla. Ha fatto una squadra per poter arrivare fino in fondo e se la lotterà con le solite tre o quattro, però quest'anno, come negli ultimi anni, è una delle squadre più forti".

Infine un commento su un possibile ritorno di Paul Pogba, che è sempre più lontano dal Manchester United: "Non mi stupirebbe perché la Juventus sta cercando i migliori e se uno va via non è detto che poi non possa ritornare". "Il Milan ha un mix di giovani italiani e di qualche straniero, è la squadra in prospettiva che mi piace di più".

Altre Notizie