Roma, De Rossi: "Per battere Bologna e Chievo non serve Guardiola"

Roma De Rossi Per battere Bologna e Chievo non serve Guardiola

Getty Images

C'è il senso illogico di quando le cose vanno molto male, di quando le cose sembrano impossibili da invertire e c'è il senso della mia esperienza che mi dice che di momenti così ne abbiamo passati e ne siamo sempre usciti fuori, a volte meglio ed a volte meno bene, ma c'è tanto tempo e c'è l'obbligo morale di fare molto meglio di così.

È meglio continuare a fare tentativi con questo allenatore o no? Se è lo stesso che ci ha portato in Champions e con il quale comunicavamo, non vedo perchè debba essere preso come colpevole soltanto lui. "Di sicuro il mister dovrà rivedere delle cose, ma non mi sembra questo il momento di dare le colpe all'allenatore". Abbiamo fatto una partita che non pensavamo, eravamo carichi, il primo gol ci ha tagliato le gambe.

Siamo a settembre, per forza di cose si deve guardare questi errori e analizzarli, la stagione è ancora tutta nelle nostre mani ma non c'è da stare sereni, perché qualcosa non funziona. Le motivazioni non so darmele, abbiamo un grande allenatore e facciamo le stesse cose che facciamo in allenamento. Non possiamo ridurre tutto quanto a questo. Intestardirsi con la stessa formazione non sarebbe intelligente, cambiano tutti, anche il Bologna oggi. Dobbiamo prenderci responsabilità, i moduli vanno cambiati ma poi siamo sempre noi. Ci sono partite che dobbiamo vincere perché siamo più forti ma quando vai sotto non è neanche facile, chi ha giocato a questi livelli lo sa. Vantaggio di Pezzella su rigore al 21', raddoppio un minuto dopo di Cangiano, che si è ripetuto al 39': prima e dopo, il tris e il 5-0 segnati da Bucri, già in gol anche con la prima squadra nell'amichevole di Benevento e match winner della finale Under 17 dello scorso anno contro l'Atalanta. "E' sicuro che qualcosa è peggiorato, soprattutto il gioco e i risultati lo mostrano". Questo gruppo, dal punto di vista umano, sta soffrendo tantissimo. "Se l'abbiamo fatto l'anno scorso dobbiamo pensare che sia possibile farlo anche quest'anno". L'abbiamo fatto l'anno scorso e possiamo rifarlo.

"Quando le cose vanno così male in una squadra così che fa 5 punti in 5 partite diventa riduttivo parlare di tre giocatori".

Come mai non si riesce a reagire?

Altre Notizie