Tremenda caduta di Aru. Lui si alza e urla: 'C... di bici'

Vuelta, il calvario di Fabio Aru - Sport

Fabio Aru, ora il Mondiale è un miraggio

Miguel Angel Lopez, protagonista di un attacco di giornata, è secondo al traguardo e terzo nella generale. "Tra i più significativi quelli di Michal Kwiatkowski (Team Sky), Simon Clarke (Education First-Drapac) e Amanuel Ghebreigzabhier (Dimension Data), davanti per oltre 50 km con un vantaggio massimo di 1'35" ma ripresi a 90 km dall'arrivo. E' stato in testa più di una volta, ma le pendenze del finale, con punte anche del 23%, gli hanno fatto alzare bandiera bianca.

A quel punto la Movistar ha ribaltato quello che era stato il copione di tutta la tappa e ha obbligato la Mitchelton-Scott a tirare con Jack Haig, mentre Adam Yates è rimasto coperto accanto al fratello Simon. Sul podio il canadese Michael Woods che ha vinto la 17ma tappa della Vuelta, la Getxo-Balcon de Bizkaia, di 157 chilometri.

"Kruijswijk ha chiuso a 13", poi a 52" sono arrivati Rigoberto Urán, Miguel Ángel López (mai incisivo nonostante la presenza di Bilbao al suo fianco) ed Enric Mas, a 1'03" è giunto Wilco Kelderman e quindi solo ottavo a 1'12" Alejandro Valverde. Il corridore di San Gavino di Monreale, che ora è 18° nella classifica generale della Vuelta a 22' dal leader Yates, ha commentato così l'episodio: "Purtroppo la sfortuna sembra non volermi lasciare in pace in questo 2018. Saranno questi cinque a giocarsi il podio domani nell'ultima tappa di montagna di questa Vuelta a España, Nairo Quintana ha infatti perso ancora e adesso è sesto a 4'01".

Altre Notizie