Bono attacca Salvini: "E’ il diavolo"

Tommaso con la mamma Chiara Tomassetti

Tommaso con la mamma Chiara Tomassetti

In occasione del concerto degli U2 a Milano, il frontman del gruppo Bono ha vestito i panni di un Matteo Salvini dalle sembianze sataniche affermando: "Sono così triste stasera, mi manca il mio compagno Benito Mussolini". "La mia gente sta arrivando in Europa", ha detto Bono elencando alcuni dei movimenti di destra come i Democratici svedesi di Jimmie Akesson e alludendo poi, senza nominarli, al primo ministro ungherese Viktor Orban e al Front National francese. Sul palco di Milano, infatti, il leader degli U2 ha paragonato Matteo Salvini al diavolo.

Durante l'ultimo concerto degli U2 al Mediolanum Forum di Milano, Bono Vox, leader della band irlandese, ha interpretato il personaggio di un demone, MacPhisto e ha sferrato una frecciatina al ministro dell'Interno Matteo Salvini. Infine il suo alter ego demoniaco ha voluto chiarire che "Hanno tanti nomi ma hanno sempre la stessa faccia, la mia".

Da sempre il cantante della band irlandese esprime attivamente il suo interesse per la situazione politica internazionale, oltre che a quello per sensibilizzare l'opinione pubblica su argomenti delicati come l'AIDS e la questione economica africana. Ad agosto 2018 aveva già chiesto all'Italia di essere più tollerante: "Credo nella vostra compassione".

Nel 2015, il cantante aveva proposto di eliminare la parola "migrante" e di utilizzare solo il termine "rifugiato".

Dopo le sue affermazioni, dal pubblico arrivano applausi, ma anche fischi. Poi spazio di nuovo alla musica.

Altre Notizie