Cina, il Pil del terzo trimestre frena a +6,5%

Cina, frena Pil trimestre con dazi Usa

Per la prima volta dal 2009, il Pil della Cina non aumenta oltre il 6,5%

Si tratta del livello più basso degli ultimi 9 anni, che si vedeva dal primo trimestre del 2009.

Mentre l'ufficio nazionale di statistica riportava i dati sull'economia, c'è stato un intervento coordinato di tre delle principali istituzioni finanziarie della Cina per rassicurare sulla tenuta del mercato azionario, oggetto di ricostruzioni allarmistiche delle passate sedute. Quest'oggi sono stati diffusi i dati relativi al Pil dell'ex impero celeste e per gli analisti ha rappresentato una delusione. Oltretutto, il governo cinese aveva fissato un obiettivo di crescita per l'intero 2018 al 6,5% ed è ormai certo che sarà raggiunto.

Per Pechino quello del periodo luglio-settembre è il secondo dato trimestrale consecutivo di rallentamento. Nonostante la guerra commerciale in atto, la bilancia commerciale con gli Stati Uniti è in attivo più che mai, il che potrebbe alimentare nuove tensioni.

Nei giorni scorsi, tuttavia, la Cina ha dichiarato che le esportazioni sono salite più rapidamente del previsto a settembre. Il deficit commerciale degli Stati Uniti ha continuato a crescere dalle elezioni del 2016 che hanno incoronato Donald Trump.

Altre Notizie