F1: la Ferrari si è smarrita, anche 2018 da archiviare

Vettel e Raikkonen triste finale di stagione

Gp Giappone, Hamilton trionfa

Nell'ultimo appuntamento in Giappone, il leader del campionato mondiale ha ottenuto la sua nona vittoria stagionale mentre Vettel, arrivato sesto dopo un contatto con Max Verstappen, ha di fatto perso la possibilità di lottare per il titolo (Hamilton campione ad Austin se...).

Al quotidiano tedesco Bild, Hakkinen ha ribadito gli ultimi errori di Vettel sono imputabili al rischio di voler recuperare a tutti i costi il gap da Hamilton: "Chi non guida a tutta velocità, non vincerà mai nulla".

Daily Mail: "Il fatto che Sebastian Vettel si sia ridotto a tentare manovre azzardate e suicide che hanno praticamente impacchettato il titolo per Hamilton è la prova della superiorità totale di Lewis sul tracciato". E si comprende analizzando con calma i due episodi di Suzuka. Ha addirittura ammesso che avrebbe dovuto dargli 'più spazio'.

La pressione, l'avversario più difficile da reggere, usurante per quanto a lungo va portata sulle spalle. "Lo stress dei piloti è così grande perché lotti contro gente forte, può essere il tuo compagno di squadra - ed è lo scenario peggiore perché vivi col nemico nello stesso motorhome -; lo stress nasce perché finita una gara hai la prossima, buona o cattiva che sia andata".

Nel caso dell'incidente con Vettel, Verstappen ha lasciato la cosiddetta 'porta aperta' al tedesco, salvo poi dover girare il volante per fare la curva.

Il weekend di gara a Suzuka per la Ferrari si era già complicato sabato, con la scelta, rivelatasi completamente errata, di montare le intermedie e non le slick in vista di una pioggia che è arrivata troppo tardi.

"Vettel non sta vincendo il Mondiale, sta solo vincendo delle gare". Vettel, però, ha voluto mettere fine alla questione facendo sapere che la questione verrà risolta in privato: "Ne parlerò con lui in privato quando sarà il momento giusto, preferisco comportarmi così". A volte, come ha insegnato il 4 volte campione del mondo Alain Prost, bisogna raccogliere punti come formichine per aver la meglio nella classifica finale.

Altre Notizie