Famiglie di ragazzi autistici contro Grillo: "Non ci prenda in giro"

Grillo battuta sull'autismo scoppia la bufera

"Fai schifo". Perché Renzi è furioso con Grillo

Dopo lo spettacolo di Beppe Grillo al Circo Massimo, in cui il fondatore del M5S ha ironizzato sulle persone afflitte da autismo e Asperger, una pioggia di critiche del mondo politico, nonché delle associazioni di malati, si è riversata sulla testa del comico ligure. Che vergogna vedere il primo partito italiano che chiude la propria festa annuale con parole di scherno verso queste famiglie.

Sulle parole di Grillo è intervenuto anche un uomo con la sindrome di Asperger che, con una lettera pubblicata sul gruppo Facebook:-'Per Noi Autistici', si è rivolto direttamente al fondatore del M5S. "E il noto pregiudicato genovese, non pago, ha pensato bene di insultare anche le persone che soffrono per l'autismo". L'autismo non lo riconosci, per esempio è la sindrome di Asperger, è pieno di questi filosofi in televisione che hanno la sindrome di Asperger. E vanno avanti e fanno magari esempi che non c'entrano un cazzo con quello che sta dicendo, (risate) hanno quel tono sempre uguale.

"L'associazione 20 novembre insorge davanti alle parole scellerate che offendono famiglie intere che giornalmente, con umiltà e dignità, lottano per non far discriminare il proprio figlio o familiare affetto da questa grave patologia che è l'autismo".

Anche molte persone affette dalla malattia sono rimaste offese, dichiarando che non è bello schernire chi soffre a causa della loro condizione, riportiamo di seguito un estratto preso da un post su facebook: "Per noi autistici - Proprio tu..."

L'ex leader del movimento ha espresso la sua anche in merito ai poteri in possesso del presidente della repubblica.

"Siamo diversi dai 5Stelle non solo per il garantismo contro il giustizialismo, il lavoro contro il reddito di cittadinanza, la legalita' contro i condoni". Prosegue Nicoletti: "Suscitare la risata della folla su quello che per un Asperger è sintomo della sua diversità è ingeneroso, soprattutto da parte di chi dovrebbe ben conoscere cosa sia l'autismo- aggiunge- gli autistici hanno diritto di essere trattati da cittadini come qualsiasi altro abitante del nostro paese". Matteo Renzi ha attaccato Grillo senza troppi giri di parole: "Insultare Mattarella o Macron è inaccettabile per una forza politica".

Noi facciamo battaglie per diffondere cultura sulla neurodiversità, perché i nostri figli non siano le prime vittime degli atti di bullismo dei loro compagni di scuola, come dicono le statistiche.

Sulla base della sua personale esperienza ha saputo raccontare nelle sue pubblicazioni, in maniera corretta ed esaustiva, come funziona un soggetto autistico, le sue peculiarità fondamentali: il suo essere ipersensibile ai rumori e ad altri stimoli sensoriali, le sue paure sociali, i suoi rituali, le sue stereotipie, il suo bisogno di trasformare ogni cosa in immagini visive. Infine, Nicoletti chiosa: "Qui non è questione di essere grillini o antigrillini è questione di civiltà". Ma a far indignare di più sono state le sue affermazioni sull'autismo. Poi, ecco l'insulto 'alla Grillo': "Conte ne fa una a settimana, parlare di lui è come sparare sulla Croce Rossa".

Altre Notizie